La Sicilia ai primi posti nella statistica dei prestiti personali

Soprattutto per acquistare automobili e motociclette

12 aprile 2003
E' stata la Sicilia la regione dove lo scorso anno è stato concesso il maggior numero di prestiti personali diretti,  prestiti che sono serviti soprattutto per acquistare auto e moto.
Il primato dell'isola, con 339.milioni e 964mila € erogati nei primi nove mesi del 2002, si ricava dai dati regionali Assofin, analizzati e diffusi dalla società di credito al consumo del gruppo Banca popolare di Lodi, Bipielle Ducato.

Sempre prendendo in esame l'anno appena trascorso, la Sicilia risulta, invece, al terzo posto assoluto in Italia per le erogazioni complessive di credito al consumo: € 1.632.134.000 da gennaio a settembre 2002. In base a questa cifra della quota pro capite nell'isola è stata di € 308,19. Solo cinque regioni hanno fatto registrare erogazioni per abitante più alte.

Rispetto al 2001 il trend di crescita del credito al consumo complessivamente inteso è stimato attorno al 7% (fonte Assofin). Anche in Sicilia, come altrove, si ricorre al credito al consumo soprattutto per comprare  auto e motociclette: 908 o milioni e € 531.000 erogati fino a settembre 2002. Positivo andamento di questa voce in raffronto al 2001 (chiuso con € 1.076.150.000).
Un significativo balzo in avanti-emerge ancora dall'analisi finanziaria -hanno avuto anche prestiti personali diretti, tanto che fino a settembre 2002 sono state già eguagliate le cifre dell'anno precedente (€ 386.714.000 nei dodici mesi del 2001). L'isola rappresenta la prima regione italiana per i prestiti personali concessi con una quota del 16,28% del mercato nazionale, seguita dalla Lombardia con il 14,7% e il Lazio con il 11,5%.
Il 25% di questa categoria di finanziamenti proviene da Bipielle Ducato.

Hanno mostrato una lieve flessione rispetto 2001 i finanziamenti nell'isola per gli acquisti a rate di beni di consumo diversi dall'auto (elettrodomestici, elettronica, allagamenti): € 296.095.000 nei primi nove mesi del 2002. In termini percentuali questa tipologia rappresenta comunque il 10,4% del mercato nazionale, seconda soltanto alla Lombardia ( 15,2%). Meno consistente che nel resto del paese l'incremento del settore carte di credito revolving: € 87.594.000 concessi da gennaio a settembre dello scorso anno.

Il direttore generale di Bipielle Ducato a proposito commenta: ''Pur con la flessione mostrata dal mercato del credito al consumo, nel 2002, il consumatore, anche in periodi di recessione o stagnazione dei consumi, dimostra di affidarsi alle soluzioni di pagamento rateale, scegliendo spesso di non appesantire troppo il proprio bilancio mensile o quello familiare. In questo senso credito al consumo in carte di credito revolving, permettono di dilazionare gli acquisti nel tempo, rispondono perfettamente quest'esigenza che stanno rientrando in molti segmenti della popolazione''.

Fonte: la Repubblica

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia