La Sicilia del Vino e l'Expo 2015

Il Vino Born in Sicily protagonista di una mostra al Vittoriano di Roma

23 ottobre 2013

La Sicilia del vino con i suoi territori, i suoi produttori, le sue storie, sarà protagonista, insieme con le altre regioni italiane, di "Verso il 2015 - La cultura del vino in Italia", un ciclo di iniziative collegate alla mostra fotografica dedicata al vino italiano, organizzata dal ministero delle Politiche Agricole in collaborazione con le regioni, che si inserisce nell’ambito delle iniziative preparatorie di Expo 2015.
Dal 26 ottobre al 30 novembre, il Vittoriano ospiterà un percorso espositivo all’interno del quale ciascuna regione avrà uno spazio per raccontare, attraverso mostre e vari appuntamenti, la propria identità enologica, segnando un elemento caratterizzante della propria civiltà vitivinicola.

La Sicilia ha scelto l'Etna, uno dei territori viticoli d'eccezione del Born in Sicily, considerato oggi, dalla critica internazionale, la nuova e più alta frontiera qualitativa dell'enologia in Italia. Identità mediterranea, tradizione millenaria, equilibrio tra uomo e natura, un patrimonio di biodiversità di assoluto valore che il mondo del Vino di qualità della Sicilia intende portare in dote all'Expo 2015. Elementi forti di un sistema economico produttivo rilevante per la quota di mercato che la Sicilia del vino oggi esprime e che può ancora crescere e svilupparsi. Grazie a nuovi e più ampi processi di internazionalizzazione ma anche investendo sull'enoturismo e sul potenziale d'attrazione rappresentato dai prodotti agroalimentari tipici e dalla cucina siciliana.

Saranno questi i temi affrontati nel Talk Show "La Sicilia del Vino e L'EXPO 2015. Istruzioni per l'uso" previsto il 30 ottobre (ore 19) alle Terrazze del Vittoriano che vede coinvolti alcuni dei protagonisti del successo del vino "Born in Sicily" come Diego Planeta, Antonio Rallo, Mariangela Cambria, Francesco Ferreri, Francesca Curto e Margherita Platania - sei produttori in rappresentanza di altrettanti territori che caratterizzano questo continente del vino. Con loro le Istituzioni siciliane di riferimento: Dario Cartabellotta assessore alle Risorse agricole della Regione Sicilia e il commissario straordinario dell’Irvos, Giorgio Calabrese. A moderare l'incontro una firma del giornalismo internazionale in Italia, la giornalista Costanze Reuscher di Die Welt.

"L'Expo è uno degli appuntamenti strategici per l'Italia e per il rilancio del sistema paese a livello internazionale. Stiamo segnando un percorso di avvicinamento all'Expo che punta a coinvolge tutti i comparti della nostra agricoltura in un disegno condiviso, di alto profilo, e dal forte impatto attrattivo - afferma l’assessore alle Risorse agricole Dario Cartabellotta - la Sicilia del vino e della vite giocherà un ruolo di primo piano, mettendo in campo tutti gli elementi di competitività che caratterizzano questa filiera. Grazie alle nostre aziende, la nostra isola è sempre più percepita come luogo d'eccellenze, di tradizioni e di modernità".

"La politiche adottate negli ultimi anni dalle istituzioni dell’isola in agricoltura e sul sistema vino in particolare - afferma il commissario straordinario dell'Irvos, Giorgio Calabrese - hanno contribuito ad esaltare le diverse anime e i diversi territori viticoli della Sicilia in un brand di grande prestigio che ha saputo rappresentare una storia fatta di persone, aziende e cultura imprenditoriale. E' uno dei pochi comparti che, al giorno d’oggi, coniuga tradizione e innovazione nel segno della qualità. E' questo il messaggio che dobbiamo lanciare all'Expo 2015". [ANSA]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 ottobre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia