La Sicilia punta sul turismo digitale e aderisce a WiFi Italia

L’Isola è la terza regione italiana ad aderire al progetto che fornisce gratuitamente attraverso una app un'unica modalità di accesso alla rete

31 luglio 2017
La Sicilia punta sul turismo digitale e aderisce a WiFi Italia

Dopo Toscana ed Emilia Romagna, la Sicilia è la terza regione italiana ad aderire a WiFi.Italia.it, il progetto, lanciato qualche giorno fa, che fornisce gratuitamente attraverso una app a turisti e cittadini un'unica modalità di accesso alla rete, automatica e valida per sempre senza dover ripetere la registrazione o digitare la password ad ogni accesso.
A ufficializzare la partnership è la firma del protocollo di Intesa tra Regione e ministero dello Sviluppo economico, a cui hanno partecipato l'assessore all'Economia della Regione Sicilia, Alessandro Baccei, e il sottosegretario con delega alle Telecomunicazioni Antonello Giacomelli.
Partito il 13 luglio con alcuni progetti pilota a Roma, Milano, Firenze, Prato, Bari nella provincia di Trento e nel Polesine, WiFi.Italia.it - si legge in una nota del ministero - ha riscosso un forte interesse: nella prima settimana più di 50mila persone hanno installato la App sui loro dispositivi mobili. "Sono numerose finora - prosegue il comunicato - anche le manifestazioni di interesse da parte di pubbliche amministrazioni e di privati".

Nel caso specifico della Sicilia l'obiettivo dell'intesa è di promuovere, tra l'altro, la crescita del turismo siciliano facilitando l'accesso a internet e ai servizi digitali nelle principali località turistiche e culturali sia attraverso le infrastrutture esistenti sia attraverso la dotazione di nuovi punti di accesso Wifi free. In quest'ottica Regione Sicilia e Mise si impegnano a includere il territorio siciliano nel sistema federato nazionale di WiFi.Italia.it "con la diffusione di ecosistemi wireless interoperabili in grado di accompagnare l'utente attraverso la connettività nelle mete di interesse turistico e culturale. E' altresì prevista - sottolinea il Mise - la collaborazione su progetti congiunti per il potenziamento delle infrastrutture fisiche e tecnologiche, anche attraverso il ricorso alle risorse messe a disposizione da programmi di finanziamento comunitari e culturali".
Il progetto, che ha preso le mosse dall'accordo del luglio 2016 tra Mise, Mibact e l'Agenzia per l'Italia digitale, consente "con un'unica autenticazione l'accesso online al patrimonio artistico, naturale, culturale e ricettivo, attraverso la diffusione di piattaforme intelligenti al servizio del turista, ma anche dei cittadini, sul territorio nazionale". [Fonte: Travelnostop Sicilia]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 luglio 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE