Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La spesa in cambio della spazzatura

A Palermo arriva l’Ecobank: vaucher per la spesa dai contenitori per la differenziata

17 ottobre 2012

Voucher per la spesa in cambio della spazzatura. E' questa la proposta che il Comune di Palermo lancia in città e che entro la fine dell'anno sarà operativa nel capoluogo. Una strategia adottata dall'assessore all'Ambiente, Giuseppe Barbera, che mira ad incentivare le cifre delle raccolta differenziata in città.
Nella zona del centro e nei punti più commerciali sarà realizzata un'Ecobank. Lungo le strade verranno installati dei contenitori a prova di vandali nei quali sarà possibile inserire bottiglie in plastica o lattine in alluminio ricevendo un buono spesa. Un'iniziativa all'insegna della collaborazione con i cittadini e con i così detti centri commerciali naturali che mette in moto un circolo virtuoso: promuovere il commercio facendo un servizio al territorio. Un utile strumento che sostituirà il sistema della raccolta porta a porta in quei quartieri in cui il progetto ancora non è partito.

Al palo dopo l'incendio di Bellolampo il progetto Palermo Differenzia step 2: Mondello, Partanna, zona Addaura, Bandita e zona Uditore. Zone che presto dovrebbero essere raggiunte dal servizio come assicura l'assessore Barbera che prevede "entro la fine dell'anno" il coinvolgimento nel progetto di questi quartieri.
Ad oggi nelle zone coperte dal progetto, ormai iniziato circa due anni fa, c'è una buona risposta da parte dei cittadini, che fa parlare di una percentuale di riscontro positivo che si aggira intorno al 60%. Non mancano però zone in cui la raccolta stenta a decollare sopratutto nei quartieri più periferici della città. Ed è qui che il Comune punta la sua attenzione per portare avanti delle "novità" in delle aree della città dove ancora si continua ad abbandonare la spazzatura in strada o dove seppur serviti dal porta a porta si preferisce per non differenziare buttare la spazzatura nella prima area cassonetti disponibile. [Fonte: Italpress - Corriere del Mezzogiorno]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 ottobre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia