Le ''5 vele'' sventolano sui mari del sud

Le migliori località balneari italiane dell'estate 2003 selezionate dalla Guida Blu

17 maggio 2003
Premiate con il massimo dei voti Otranto, Cinque Terre, Castiglion della Pescaia, Bosa, Isole Tremiti, Tropea, Pollica, Arbus, Lampedusa e Linosa, Orosei.

Sono le perle del Mediterraneo, il top del top. Inappuntabili. Belle. Pulite. Affascinanti. Funzionali. Praticamente perfette. Per guadagnarsi le ambite cinque vele che ogni anno Legambiente assegna alle migliori spiagge italiane sono passate sotto le forche caudine di 128 indicatori di qualità. Non solo un mare limpido e cristallino. Ma anche servizi ai bagnanti, strutture per l'handicap, itinerari storico culturali, rispetto dell'ambiente, valorizzazione delle tradizioni e delle produzioni tipiche, per totalizzare un giudizio che le facesse attraversare l'estate con la migliore velatura possibile. Ne sono uscite vincitrici dieci località mozzafiato, a prova d'inquinamento, libere da ecomostri, di quelle da inserire alla voce ''da non perdere''.

E allora ecco Otranto, la regina del Salento, che concede un fortunatissimo bis e per il secondo anno consecutivo si piazza sul gradino più alto dell'edizione 2003 della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano. Altre posizioni di spicco sono quella delle Cinque Terre liguri - capolavoro in miniatura del sapiente legame tra borghi storici e panorami costieri - e quella della toscana Castiglion della Pescaia, con la fitta pineta che si spinge sulla sabbia e la sua solitaria fortezza. C'è poi lo splendido borgo fluviale di Bosa, in Sardegna, alla foce del Temo. Quindi un altro luogo pugliese, stavolta in mezzo il mare: le isole Tremiti.

Ancora sud in vetta alla Guida Blu 2003 con la calabra Tropea, la campana Pollica incastonata nel Parco del Cilento, la sarda Arbus e le isole siciliane di Lampedusa e Linosa. Chiude la fantastica decina Orosei, in provincia di Nuoro, con la bellezza struggente di Cala Luna, la spiaggia bianchissima incastrata tra le rocce e le falesie. E' insomma la straordinaria rivincita del Sud, che monopolizza la vetta della graduatoria ed è in grado di offrire l'altra faccia, quella positiva, del Mezzogiorno: quella libera da ecomostri, dalla speculazione edilizia e anche da alcune disneyland balneari che hanno stravolto alcuni dei paesaggi migliori del Belpaese.

Fonte: News Legambiente

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia