Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le Ferrovie annunciano investimenti per 20 miliardi in Sicilia

Gli interventi in Sicilia all'interno del piano industriale 2022-2031

17 maggio 2022
Le Ferrovie annunciano investimenti per 20 miliardi in Sicilia
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha presentato il piano industriale 2022-2031 che prevede oltre 190 miliardi di investimenti con un impatto sull'economia nazionale stimabile in 2-3 punti percentuali di Pil.

Per la Sicilia il piano industriale FS prevede un investimento complessivo di oltre 20 miliardi di euro che andranno a ricadere fra i quattro diversi poli di business: "Infrastrutture", "Passeggeri", "Logistica" e b"Urbano", risorse che serviranno a disegnare un rinnovato scenario di mobilità - ferroviaria ma anche stradale - più interconnessa, integrata, sostenibile.

POLO INFRASTRUTTURE - Le risorse attribuite al "Polo Infrastrutture" costituiscono la parte principale dell'investimento complessivo: 19,58 miliardi di euro. Sono 13,8 i miliardi di euro destinati alle infrastrutture ferroviarie. Con un investimento economico complessivo di circa 9,3 miliardi di euro, l'intervento più rilevante è il nuovo collegamento veloce Palermo-Catania-Messina, che risponde alle esigenze di medio e lungo periodo della domanda di trasporto pubblico su ferro, migliorando regolarità, frequenza e sviluppo dell'intermodalità.

Tra gli altri interventi ci sono quelli che riguardano il Nodo di Palermo (Passante e Anello), il Nodo di Catania e il potenziamento del collegamento aeroporto Fontanarossa, il ripristino ed elettrificazione della linea Palermo-Trapani via Milo, la Caltagirone-Gela, il bypass di Augusta, il potenziamento della linea Palermo-Agrigento-Porto Empedocle, il collegamento con l'aeroporto di Trapani Birgi.

Ammontano invece a 5,78 miliardi di euro le risorse destinate alle infrastrutture stradali: tra gli interventi principali il Collegamento Ragusa-Catania, la statale 121 Tratto Palermo-rotatoria Bolognetta, la statale 626 per il completamento della Tangenziale Gela, la statale 284 Adrano-Paternò.

POLO PASSEGGERI - Sono 403 invece i milioni di euro destinati al "Polo Passeggeri" in ambito ferroviario, che si traducono in ulteriori nuovi treni dedicati al trasporto regionale e nel potenziamento dei servizi diurni e notturni di lunga percorrenza, da e per la Sicilia.

POLO URBANO - Per il "Polo Urbano" sono previsti interventi di rigenerazione e soluzioni di intermodalità e logistica nelle aree urbane con investimenti per 3,7 milioni sul patrimonio. I principali progetti riguarderanno i territori di Palermo, Siracusa, Catania e Messina.

POLO LOGISTICA - Con un investimento complessivo pari a circa 860 milioni di euro, le risorse destinate al "Polo Logistica" sono finalizzate alla manutenzione straordinaria dei compendi di Catania Acquicella (360 milioni di euro) e Catania Bicocca (500 milioni di euro).

Si prevede un potenziamento e lo sviluppo di nuovi collegamenti, che porteranno a un incremento del fatturato di circa il 61% (2031 vs 2022) dei servizi convenzionali, in particolare la filiera siderurgica. I servizi intermodali invece raddoppiano, passando da circa 5,2 milioni di euro nel 2022 a circa 11,1 milioni nel 2031, che corrispondono a oltre 700 treni/anno, con un incremento del fatturato di circa 114%.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 maggio 2022
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia