Le Ferrovie dello Stato replicano al ministro di Di Pietro che ha bloccato fondi per un miliardo

29 novembre 2007

Dopo la decisione del Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro che ha bloccato fondi per un miliardo alle Fs perché stufo ''di uno Stato che dà soldi al buio e poi altri decidono cosa farne'' (leggi), le Ferrovie hanno replicato così al ministro: ''In nessun modo risorse destinate alla rete ferroviaria sono andate a ripianare debiti di Trenitalia, essendo le due società contabilmente separate ed essendo le contabilità delle stesse seguite costantemente dai Ministeri competenti, oltre che dalla Corte dei Conti. Tanto meno sono stati utilizzati finanziamenti per investimenti infrastrutturali allo scopo di risanare Trenitalia. Ferrovie dello Stato persegue lo sviluppo del trasporto ferroviario in Italia sotto lo stretto controllo dell'azionista Ministero dell'Economia. Per il piano degli investimenti in infrastrutture, Rfi rispetta il contratto di programma definito con il Ministero delle Infrastrutture ed approvato dal Cipe. Pertanto il Gruppo Fs opera in perfetta coerenza con le leggi italiane e le direttive europee, generali e di settore, così come avviene negli altri grandi paesi d'Europa''.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 novembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia