Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le fobie estive degli italiani

Mare aperto, insetti, igiene negli alberghi: tutte le irrazionali paure degli italiani in vacanza

13 agosto 2012

Un'irrazionale paura che può trasformarsi in un un vero e proprio panico a causa della repulsione per ambienti, animali o situazioni particolari.
Le fobie anche d'estate non abbandonano gli italiani in partenza per le vacanza. Dal mare aperto al cibo insolito, dagli insetti, ai serpenti, fino all'igiene di residence o alberghi, sono molti i fattori che possono scatenare questo disturbo, che causa il forte desiderio di evitare l'elemento che incute terrore. Ma se la situazione fobica si scatena in viaggio o in ferie, ecco che la vacanza corre il rischio di trasformarsi in un vero incubo.
"La fobia - spiega all'Adnkronos Salute Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente Eurodap - ha come caratteristica una paura, eccessiva e irragionevole, scatenata nella persona dall'idea che in quella situazione potrebbe essere minacciata la sua incolumità".

"Il mare o il lago, come anche le altezze, la presenza di pesci o gli insetti - prosegue l'esperta - sono elementi che per il fobico rappresentano simbolicamente nella realtà quella che poi è una minaccia emozionale profonda. Così l'arrivo delle vacanze, per chi soffre del disturbo, diventa un momento destabilizzante, perché manda in fumo le sicurezze costruite nel tranquillo 'recinto' di casa o del quartiere. Il fobico - sottolinea Vinciguerra - tranquilizza la sua ansia solo con il controllo di ciò che fa. Muovendosi nell'ambiente che conosce meglio, la persona tiene a bada gli attacchi di panico e l'ossessione compulsiva".

"Ci sono pazienti che non riescono ad andare al mare - racconta la psicoterapeuta - altri che si immergono, ma solo fino alle ginocchia e dove toccano. C'è poi chi è ossessionato dall'igiene e può avere delle crisi se si ritrova in campeggio o in agriturismo dove può trovare situazioni 'spartane'. Oppure - precisa - ma sono davvero pochi, ci sono i fobici che mangiano solo due o tre cibi e per questo motivo scelgono di fare le vacanze solo in Italia perchè hanno la sicurezza di trovare quei prodotti". [Adnkronos Salute]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 agosto 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia