Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le "intercettazioni fai da te" della Procura di Agrigento: "Siamo i primi in Italia a risparmiare"

21 dicembre 2011

La Procura di Agrigento ha creato, al suo interno, un centro di intercettazioni telefoniche e ambientali. Munendosi del materiale necessario e affidando l'ascolto ai rappresentanti delle forze dell'ordine, non fa più ricorso a imprese esterne.
"Con questo sistema - ha spiegato il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo - siamo riusciti a tagliare di oltre il 50 per cento le spese a carico dello Stato. Nel 2009, la spesa era stata di oltre 2 milioni di euro, nel 2010 - in fase di sperimentazione di questo sistema interno - di un milione e 300 mila euro, mentre adesso siamo a un milione di euro. Inoltre il sistema interno alla Procura è molto più efficiente oltre che blindato. Agrigento, in tal senso, è un prototipo da esportare".
"Siamo stati i primi in Italia - ha spiegato il procuratore aggiunto - a razionalizzare le attività di intercettazioni telefoniche. Nel centro intercettazioni della procura di Agrigento operano un carabiniere, un poliziotto e un militare della guardia di finanza e ci siamo affidati a una sola azienda. Il nostro centro intercettazioni ci da la possibilità di deviare le comunicazioni nei comuni dove insiste l'indagine, guadagnando tempo e assicurando un sistema di riservatezza davvero impenetrabile".
In provincia di Agrigento al momento sono 61 i procedimenti penali in corso, per oltre 1000 persone sottoposte ad intercettazioni telefoniche, buona parte delle quali nel modo della pubblica amministrazione. [Lasiciliaweb.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 dicembre 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia