Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le orientali vogliono gli occhi all'occidentale, le occidentali vogliono invece gli occhi a mandorla...

I capricci della moda da Occidente ad Oriente

05 agosto 2005

In molti si saranno chiesti se per caso i giapponesi nel disegnare ai propri cartoni animati giganteschi occhioni occidentali, non comunicassero un proprio recondito desiderio.
Dalle notizie che arrivano dal fronte della chirurgia plastica nipponica sembra proprio così.
Gli occhi a mandorla, infatti, nel Paese del Sol levante sono ormai considerati un ''articolo'' antiquato, così come il tradizionale fascino ''modello geisha''.
Oggi la tendenza estetica predominante tra le giapponesi va sempre di più incontro al modello che la natura ha deciso di assegnare alle perone dell'emisfero ovest della Terra: 'occhi all'occidentale', più grandi e rotondeggianti, e 'naso alla francese'.
Sono proprio queste le nuove icone della bellezza nipponica del Terzo millennio, tanto da aver determinato un vero e proprio boom di interventi di chirurgia estetica soprattutto tra le giovanissime.
Uno dei più noti chirurghi estetici giapponesi, Fumihiko Umezawa, spiega che questo è ''un fenomeno relativamente nuovo ma in costante crescita''. Nel centro specializzato in medicina estetica, al 'Jujin Hospital' di Tokyo di cui Umezawa è presidente, ogni anno centinaia di giovani donne cercano di raggiungere il nuovo mito della 'bellezza all'occidentale': ''Non disponiamo di dati complessivi - afferma Umezawa - ma solo nel nostro centro, gli interventi di chirurgia estetica per il ritocco di naso e occhi stanno aumentando ad un ritmo del 20% l'anno''.

Ma chi e come è la ''giapponesina'' pronta a sottoporsi a un intervento chirurgico o laser per acquisire connotati tanto diversi?
Si tratta soprattutto di studentesse e impiegate, sottolinea il dott. Fumihiko Umezawa: ''Una volta, questo tipo di interventi era richiesto per lo più da attrici e donne del mondo dello spettacolo. Oggi, al contrario, a volere occhi e nasi stile europeo sono sempre di più le donne 'normali', di estrazione sociale media e con un lavoro impiegatizio''. Il costo medio dell'intervento per gli 'occhi all'occidentale' (in termini tecnici, stiramento e assottigliamento delle palpebre) si aggira attorno ai 150.000 yan, poco più di 1.000 euro: ''Quanto uno stipedio medio mensile di inizio carriera - precisa Umezawa - e spesso la formula di pagamento prescelta è quella a rate''. L'occhio tondo e il naso all'insù sono amati soprattutto dalle giovanissime tra i 18 e i 23 anni, ma anche tra le donne più mature (35-40 anni) la richiesta per questi interventi è in crescita, assieme ai trattamenti di lifting e liposuzione.

Ma c'è un altro elemento emergente: ''Il modello di bellezza all'occidentale - rileva il professor Umezawa - sta coinvolgendo sempre di più anche gli uomini. Se in passato era solo la donna a dover rispondere ai canoni di bellezza prediletti dalla società maschile, oggi le cose stanno cambiando: le donne in Giappone sono sempre più autonome, indipendenti e detentrici anche di un potere economico; sono diventate cioè più esigenti, anche per quanto riguarda l'estetica, e oggi sono gli uomini che spesso scelgono di adeguarsi ai nuovi modelli di bellezza prediletti dalle donne, anche sottoponendosi a interventi per 'occhi stile occidentale''.
Insomma, anche il misterioso e diversissimo Oriente è stato ''corrotto'' dalle ragioni della moda e dei modelli che vengono dal mondo del cinema e dello spettacolo d'Occidente.
Ma c'è anche il globalizzato desiderio di sentirsi sempre giovani e belle avendo quello che non si ha per natura.
In altre parole, il fatto che ''non ci si acconteterà mai di quello che si possiede'' sembra avere la stessa valdità sia ad Occidente che ad Oriente. E mentre le giapponesi si allontanano sempre di più da un modello di bellezza asiatico, le straniere che vivono in Giappone ne sono invece alla ricerca, sono infatti molte le straniere che chiedono ai chirurghi plastici ''degli affascinanti e languidi occhi a mandorla''.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 agosto 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia