Le Siciliane di A. Bello il derby siciliano ben giocato da entrambe le squadre... e dai tifosi

14 aprile 2008

PALERMO - CATANIA 1-0
Palermo (4-2-3-1): Agliardi 6, Zaccardo 6, Rinaudo 5.5, Barzagli 5.5, Balzaretti 6.5, Tedesco 5.5 (8' st Miccoli 7), Migliaccio 6.5, Jankovic 6.5 (41' st Guana sv), Bresciano 5.5 (20' st Cavani 5.5), Caserta 6, Amauri 6 (88 Ujkani, 21 Biava, 22 Di Matteo, 53 Cossentino). All.: Colantuono.
Catania (4-1-4-1): Polito 6, Sardo 5.5, Terlizzi 6, Stovini 6.5, Sabato 6, Edusei 5.5, Izco 6.5, Tedesco 6, Biagianti 6.5 (20' st Mascara 5.5), Vargas 6 (33' st Baiocco sv), Spinesi 6 (27' st Martinez 5.5). (18 Rossi, 5 Silvestre, 21 Silvestri, 22 Alvarez). All.: Zenga.
Arbitro: Dondarini di Finale Emilia 6.
Reti: nel st 40' Miccoli.
Note: angoli: 5-3 per il Palermo. Recupero: 0' e 5'. Ammoniti: Izco, Barzagli, Migliaccio, Edusei, Zaccardo per gioco scorretto, Miccoli per comportamento non regolamentare. Spettatori: 24.811.
--------------------------------------

Il Palermo fa festa, il Catania ci resta male. Il derby del Barbera premia i rosanero, esaltati da una prodezza di Miccoli su punizione, e castiga i rossazzurri, che disputano una partita ordinata tenendo bene il campo per larga parte della contesa e non rinunciando a proporsi in avanti.
La chiave del successo dei padroni di casa è l'ingresso in campo di Miccoli. Il nuovo entrato non solo realizza l'unica rete del confronto, ma consente a Colantuono di modificare gli equilibri a proprio favore dando maggiore rapidità alle offensive dei suoi uomini, sin lì ben controllati dagli avversari.
Il Catania, resosi pericoloso a più riprese sino alla prima parte del secondo tempo e mostratosi capace di chiudere gli spazi con un centrocampo molto folto, perde compattezza nel finale, non trae giovamento dai cambi di Zenga e finisce col perdere una sfida in cui non ha comunque demeritato.

Le formazioni iniziali riservano qualche sorpresa. Colantuono deve rinunciare al portiere Fontana, fermato proprio all'ultimo da una lombalgia e rimpiazzato da Agliardi. Zenga lascia invece Mascara in panchina preferendogli Biagianti per rafforzare la mediana e optando così per il 4-1-4-1 con Edusei davanti alla difesa.
La prima occasione degna di nota è del Catania: Spinesi trova in area Biagianti, che s'inserisce bene, ma conclude alto. I rossazzurri si procurano un'altra buona occasione al 28', quando un errore di Barzagli lancia Izco in contropiede, assist per Spinesi e chiusura in extremis di Giovanni Tedesco sull'esterno destro del centravanti pisano.

Al 35' la prima fiammata dei rosanero con un pregevole tiro-cross d'esterno di Jankovic che Amauri non riesce a correggere in rete. I ritmi restano abbastanza bassi, per assistere a un altro spunto di rilievo bisogna attendere la ripresa.
E' il Catania a sfiorare il gol: cross di Giacomo Tedesco e colpo di testa ravvicinato di Spinesi che Agliardi respinge in angolo. Colantuono prova la carta del rientrante Miccoli e il Palermo accelera. Proprio Miccoli conclude fuori di un soffio al 10' su assist di Jankovic.
Quattro minuti dopo è Izco a rendersi pericolo con un destro teso che sorvola la traversa non di molto. Altro cambio nel Palermo con Cavani al posto di uno spento Bresciano, mentre dall'altra parte Mascara rileva Biagianti.
I rosanero hanno una chance per passare al 22', quando Amauri si fa trovare pronto sul traversone di Jankovic dalla sinistra: il colpo di testa del brasiliano viene respinto da Polito, sulla sfera si avventa Miccoli, anticipato in corner da Terlizzi. Zenga inserisce Martinez e richiama Spinesi, poi rileva Vargas, meno reattivo del solito, con Baiocco.
La partita si decide al 40' quando Miccoli si guadagna un calcio di punizione dai 20 metri, sistema la palla sulla zolla preferita e non sbaglia bucando la barriera, colpevolmente larga, e Polito. Partita finita perchè il Catania accusa il colpo e non riesce a reagire.

Fonte: La Sicilia.it

- La classifica di serie A

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 aprile 2008

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia