Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Le Siciliane di A e B

Caduta libera (Milan-Catania 1-0) E' la squadra più forte! (Trapani-Palermo 0-1)

14 aprile 2014

Viste dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
Il Catania è senza paracadute. Ancora una sconfitta e sempre più solo all'ultimo posto in classifica e sempre più con un piede in serie B, ma da quello che si è visto ieri, almeno, con grande dignità, perché nonostante la sconfitta ha tenuto testa al Milan a San Siro.
In serie B, sabato pomeriggio è andato in onda al Provinciale di Trapani il derby siciliano di alta classifica e ne è uscita vincitrice la squadra più forte: il Palermo.
Ora i punti di distacco dalla seconda sono tredici e si aspetta solo la matematica per festeggiare il ritorno in serie A dopo solo una stagione.
Aspettiamo tutti con grande trepidazione questo momento.
Alla prossima e Buona Pasqua a tutti voi.
[A.G.]

TRAPANI - PALERMO 0-1
TRAPANI (4-4-2):
Nordi 6; Ferri 5.5 (25' st Garufo 6), Pagliarulo 6, Terlizzi 6, Rizzato 6; Basso 5.5 (20' st Pacilli 6), Pirrone 6 (35' pt Feola 6), Ciaramitaro 6, Nizzetto 6; Gambino 6, Mancosu 5.5. In panchina: Marcone, Daì, Martinelli, Abate, Raimondi, Yaisien. Allenatore: Boscaglia 6.
PALERMO (3-5-2): Sorrentino 6; Andelkovic 6, Milanovic 6.5, Vitiello 6; Lazaar 6, Barreto 6.5, Di Gennaro 5.5 (15' st Lafferty 7), Bolzoni 6.5, Pisano 6; Dybala 6 (31' st Belotti 6), Vasquez 6.5 (39' st Ngoyi sv). In panchina: Ujkani, Terzi, Daprelà,  Verre, Troianello, Stevanovic. Allenatore: Iachini 6.5
Arbitro: Cervellera di Taranto 5.
Rete: 18' st Lafferty.
Note: spettatori 7.146, incasso 74.073,50. Ammoniti Terlizzi e Milanovic. Angoli 6-6 Recupero: 3'; 4'.
-----------------------------

Il Palermo non fa sconti. I rosanero vincono il derby sul campo del Trapani e compiono un altro passo verso una promozione ormai al sicuro. Per i granata, comunque in piena corsa per i play off, è invece la terza sconfitta consecutiva.
Tutto esaurito al Provinciale. Le due squadre si studiano per mezz'ora. La prima vera occasione è per Vazquez al 28': l'argentino conclude dopo un duetto fra Dybala e Barreto ma il suo tiro viene deviato e per poco non beffa Nordi. Il Trapani viene fuori negli ultimi minuti della prima frazione: i tentativi di Gambino e Ciaramitaro sono senza esito.
Il Palermo parte meglio nella ripresa e spreca al 10' un'ottima opportunità con Dybala, che gira a lato di testa un traversone di Vazquez. La gara si infiamma due minuti dopo con le vibranti proteste del Trapani per un fallo di mano in area di Lazaar sul quale Cervellera sorvola.
Iachini azzecca il cambio in attacco spedendo nella mischia Lafferty e viene premiato pochi istanti dopo con la rete del nordirlandese, preciso nel concludere con un diagonale un contropiede nato da una punizione di Basso respinta dalla barriera e ben orchestrato da Bolzoni e Vazquez. Subito dopo Lafferty ci riprova con un tiro al volo e Nordi si salva di piede. I granata si gettano in avanti alla ricerca del pareggio ma per due volte Mancosu viene fermato in fuorigioco.

MILAN - CATANIA 1-0
MILAN (4-2-3-1):
Abbiati 6.5; Bonera 6, Mexes 6, Rami 6, Constant 6 (33' st Emanuelson 6); De Jong 6, Montolivo 6.5; Poli 6 (29' st Abate 6), Kakà 5.5 (42' st Pazzini sv), Taarabt 6; Balotelli 6. (1 Amelia, 59 Gabriel, 26 Silvestre, 81 Zaccardo, 17 Zapata, 14 Birsa, 8 Saponara, 7 Robinho). All: Seedorf 6.
CATANIA (4-2-3-1): Andujar 5; Gyomber 6, Spolli 6, Rolin 5.5, Monzon 5.5; Rinaudo 5, Lodi 5.5; Leto 5 (14' st Castro 5.5), Barrientos 6, Plasil 6 (32' st Izco sv); Bergessio 5 (37' st Boateng sv). (1 Frison, 6 Legrottaglie, 34 Biraghi, 33 Capuano, 7 Fedato, 26 Keko, 32 Petkovic). All.: Pellegrino 6.
Arbitro: De Marco 5.5
Rete: nel pt 23' Montolivo.
Note: recupero 1' e 3'. Angoli: 7-7. Ammoniti: Barrientos, Rolin, Plasil, Monzon per gioco scorretto; Mexes per comportamento non regolamentare. Espulso Rinaudo per doppia ammonizione. Spettatori: 33.014 per un incasso di 757.558,79 euro.
-----------------------------

Un tiro da 30 metri. Anzi, 32. Neppure ciclonico. Eppure sufficiente per battere l'esitante Andujar e condannare il Catania alla ventunesima sconfitta stagionale, la quindicesima in diciassette trasferte, la sesta nelle ultime sei gare. Il Milan fa il minimo o poco più. Quanto basta, però, per conquistare la quarta vittoria consecutiva e castigare Maurizio Pellegrino, al debutto su una panchina in Serie A, e la sua squadra. Della classifica inutile parlare. L'ultimo posto a -8 dalla zona salvezza è la naturale conseguenza di un cammino che ha portato in dote agli etnei la miseria di un punto nelle ultime nove giornate. [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini per Lasiciliaweb Sport]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 aprile 2014
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia