Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Le Siciliane di A e B

Scusate l'anticipo! (Novara-Palermo 0-1) Colpa di una ingenuità... (Lanciano-Trapani 2-2) Impeto d'orgoglio (Catania-Roma 4-1)

05 maggio 2014

Viste dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
Doveroso parlare prima di tutto della promozione del Palermo in serie A con 5 turni di anticipo, andando a vincere a Novara e allungano i record. Si torna in serie A e si inizia la festa.
Grande il campionato dei rosanero che con l'avvento di iachini ha cominciato una marcia trionfale dopo un avvio a dir poco stentato con Gattuso in panchina.
Una cosa è stata poco notata: il patron Zamparini, ha limitato le sue esternazioni, facendo lavorare in serenità il gruppo... Be’, i risultati sono sotto gli occhi tutti. Ora necessita una buona programmazione per rimanere in maniera serena in serie A.
Passando a commentare le altre siciliane, partiamo dal Catania che battendo per 4-1 la Roma si è rilanciato per la salvezza in campionato - ancora molto difficile ma possibile.
Il Trapani con una ingenuità di Terlizzi si è fatto rimontare dal Lanciano dopo essere stato in vantaggio di 2 gol. Peccato.
A tutti sempre Buon Calcio e alla prossima.
[A.G.]

NOVARA - PALERMO 0-1
NOVARA (3-5-2): Kosicky 7.5; Vicari 6 (20' st Marianini 6), Perticone 6.5, Ludi 6.5; Crescenzi 6, Faragò 6, Rigoni 6, Lazzari 5.5 (33' st Lepiller sv), Lambrughi 5; Sansovini 6, Manconi 5 (12' st Rubino 6). In panchina: Montipò, Potouridis, Nava, Gonzalez, Genevier, Golubovic. Allenatore: Aglietti 6.
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino 6; Vitiello 6.5, Terzi 6, Andelkovic 6; Pisano 6.5, Bolzoni 6.5, Barreto 7, Lazaar 7; Vazquez 7 (34' st Ngoyi sv); Hernandez 7 (44' st Troianiello sv), Dybala 6.5 (26' st Lafferty 6). In panchina: Ujkani, Milanovic, Di Gennaro, Verre, Daprelà, Belotti. Allenatore: Iachini 7.
Arbitro: Manganiello 6.
Reti: 42' pt Vazquez.
Note: giornata soleggiata. Terreno in perfette condizioni. Spettatori 7204 per un incasso di euro 65.363. Ammoniti: Manconi, Lambrughi, Hernandez, Lepiller. Angoli: 5-4 per il Palermo. Recupero: 0', 3'.
--------------------------------

Trionfo anche a Novara, ed è festa per il Palermo. I rosanero, alla sesta vittoria consecutiva, tornano in serie A dopo un solo anno nel purgatorio cadetto. Al Palermo sarebbe bastato un pari ma è arrivato l'11° successo in trasferta. Una vittoria ampiamente meritata e lo score poteva essere più ampio.
Il gol al 42' del primo tempo, con una carambola su tiro di Dybala e ultimo tocco di Vasquez a un metro da Kosicky. La partita non ha avuto storia, per la pochezza del Novara che si è visto dalle parti di Sorrentino solo in un'unica occasione, quando Rubino di testa aveva insaccato il gol del pari ma la rete è stata annullata per fuorigioco Il Palermo, seguito da oltre duemila tifosi che hanno cantato per tutta la durata dell'incontro, ha avuto altre occasioni per arrotondare il punteggio, ma qualche errore di troppo e un palo clamoroso colpito da Lafferty appena entrato dalla panchina hanno determinato l'1-0 finale.
A fine gara un girotondo a centrocampo dei rosanero e poi la corsa sotto la curva degli ospiti ha dato il la alla festa per la promozione. E anche i tifosi del Novara si sono uniti ai festeggiamenti dei siciliani. I rosaneri hanno indossato una maglia bianca con un'enorme 'A' tra le parole Siamo tornati sul petto e "Scusate l'anticipo" sulla schiena.

VIRTUS LANCIANO - TRAPANI 2-2
VIRTUS LANCIANO (3-5-2):
Sepe 7; Troest sv (9' pt Ferrario 6), Aquilanti 5 (12' st Thiam 6.5), Amenta 7; De Col 5.5, Casarini 5.5, Paghera 7, Buchel 6, Mammarella 5.5; Piccolo 7 (39' st Turchi 7), Falcinelli 6. In panchina: Branescu, Minotti, Vastola, Comi, Gatto, Ficagna. Allenatore: Baroni 6.5.
TRAPANI (4-4-2): Nordi 6.5; Priola 5, Pagliarulo 5.5, Terlizzi 5.5, Rizzato 6.5; Basso 6 (39' st Garufo 5.5), Ciaramitaro 6, Feola 6.5, Nizzetto 6.5; Mancosu 7 (35'st Abate sv), Gambino 7 (26' st Pirrone 6). In panchina: Marcone, Dai, Raimondi, Pacilli, Yaisien, Martinelli. Allenatore: Boscaglia 6.
Arbitro: La Penna 5.
Reti: 21' pt Mancosu, 22' st Basso, 29' st Piccolo, 41' st Turchi.
Note: pomeriggio nuvoloso, terreno di gioco in discrete condizioni, spettatori 3.500. Espulso al 17'st Mammarella per somma di ammonizioni. Ammoniti Ciaramitaro, Buchel, Mammarella, Thiam, Paghera. Angoli 4-2 per il Lanciano. Recupero: 1'; 3'.
--------------------------------

Che occasione sprecata per il Trapani. In vantaggio di due gol sul campo del Lanciano, ridotto in dieci per l'espulsione di Mammarella, si fa raggiungere nel finale e butta via una vittoria fondamentale.
La squadra di Boscaglia va in vantaggio a metà del primo tempo con il solito Mancosu. Nel secondo tempo il raddoppio di Basso subito dopo il cartellino rosso, ma il Lanciano reagisce e prima con Casarini, poi con Turchi nel finale riusce a trovare il pareggio e a mantenere la sesta posizione in classifica.

CATANIA - ROMA 4-1
CATANIA (4-3-3):
Frison 6.5, Peruzzi 6.5, Gyomber 6, Rolin 6.5, Monzon 6, Izco 8, Rinaudo 7.5 (42' st Lodi sv), Barrientos 7, Leto 6.5 (20' st Plasil sv), Bergessio 7.5, Castro 6.5 (37' st Biraghi sv). (35 Ficara, 31 Cabalceta, 33 Capuano, 39 Garufi, 26 Keko, 23 Boateng, 7 Fedato, 36 Caruso). All. Pellegrino 8.
ROMA (4-2-3-1): De Sanctis 5, Maicon 5, Romagnoli 5, Castan 5 (12' st Benatia 6), Dodò 4.5, De Rossi 5, Taddei 5 (38' pt Gervinho 5.5), Florenzi 5.5, Pjanic 5, Ljajic 4.5 (12' st Bastos 5.5), Totti 6. (1 Lobont, 28 Skorupski, 35 Torosidis, 33 Jedvaj, 98 Marin, 94 Ricci, 93 Pellegrini, 95 Mazzitelli). All. Garcia 4.5
Arbitro: Banti di Livorno 5.
Reti: nel pt 26' e 34' Izco, 37' Totti; nel st 10' Bergessio, 35' Barrientos.
Note: angoli 6-6. Recuperi: 1' e 3'. Ammoniti: Dodò, Romagnoli e Rinaudo per gioco scorretto; Gervinho per comportamento non regolamentare; Pjanic e Totti per proteste. Spettatori: 19.028 (8.566 paganti, abbonati 10.462); incasso 61.760 euro.
--------------------------------

Clamoroso? Di più. Il Massimino torna a essere per 90 minuti il vecchio Cibali di una volta confezionando un risultato che appartiene all'imponderabile del calcio, fatto di variabili impazzite in grado di sconvolgere valori, pronostici, senzazioni. E' così che il Catania derelitto, reduce dalla devastante sconfitta di Verona e a un passo dalla retrocessione aritmetica, spazza via la corazzata Roma consegnando alla Juventus lo scudetto senza che i bianconeri debbano neppure attendere il posticipo di lunedì contro l'Atalanta. [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini su Lasiciliaweb Sport]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 maggio 2014
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia