Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Le Siciliane di A e B

Arrivederci (Bologna-Catania 1-2) È qui la festa! (Palermo-Lanciano 1-1) Play-off addio? (Trapani-Cittadella 1-2)

12 maggio 2014

Viste dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
Arrivederci al Catania che lascia la serie A dopo 8 anni, nonostante arrivi la prima vittoria esterna del campionato (alla penultima giornata??), retrocessa grazie anche alla vittoria del Chievo a Cagliari. Ora la dirigenza spieghi come questa squadra, che domenica scorsa ha battuto 4-1 la Roma, vice campione d'Italia, che ha vinto a Bologna, che ha mostrato a tratti del bel gioco, sia retrocessa.
Nel calcio ci vuole chiarezza d'intenti, fiducia e decisioni concrete. E quest'anno la dirigenza etnea non ha fatto nulla di tutto ciò.
Cosa che invece ha fatto Zamparini, che dopo avere affidato la squadra a Gattuso e come al solito dopo i proclami estivi, vedendo che non andava come lui voleva - e prima che fosse troppo tardi - ha affidato la squadra ad un esperto di serie B: Iachini.
Il risultato è davanti gli occhi di tutti. Marcia trionfale, superiorità schiacciante, come da organico, e vittoria con 5 giornate di anticipo.
Sabato pomeriggio festa al Barbera colorato di rosanero. Ora si deve lavorare per la serie A.
Il Trapani invece ha perso forse l'ultimo treno per i play-off e martedì si gioca il campionato ad Avellino.
Buon calcio a tutti.
[A.G.]

PALERMO - LANCIANO 1-1
PALERMO (4-3-2-1):
Sorrentino 7; Munoz 6.5, Terzi 6, Andelkovic 6; Pisano 6.5 (40' st Stevanovic sv), Bolzoni 6, Barreto 6.5, Lazaar 6; Vazquez 6; Hernandez 6, Dybala 6 (18' st Lafferty 6.5). In panchina: Ujkani, Milanovic, Di Gennaro, Ngoyi, Daprelà, Vitiello, Belotti.
Allenatore: Iachini 6.5.
VIRTUS LANCIANO: Sepe 6.5; De Col 6, Ferrario 6, Ficagna 6, Di Cecco 6 (39' st Minotti sv); Casarini 6.5, Nunzella 6, Buchel 5.5; Piccolo 5.5 (21' st Ragatzu 6), Gatto 6 (26' st Turchi 6), Falcinelli 6.5. In panchina: Branescu, Aquilanti, Amabile, Bei, Vastola, Comi.
Allenatore: Baroni 6.5.
Arbitro: Abbattista 6.
Reti: 41' pt Barreto, 3' st Falcinelli.
Note: Giornata di sole, terreno in discrete condizione. Spettatori: 27.829 per un incasso di 292.185,00 euro. Ammoniti: Ficagna, De Cecco, Nunzella, Barreto. Angoli: 5-0. Recupero: 1'; 3'.
----------------------------------

Il Palermo neopromosso in Serie A non riesce a vincere contro il Lanciano. Finisce 1-1, ma al Barbera nessuno è deluso: in uno stadio quasi pieno, per la prima volta in questa stagione, è comunque festa grande per la trionfale stagione rosanero.
Cori, bandiere e ola fin dall'ingresso delle squadre in campo. Il Palermo passa al 41' con una perfetta triangolazione Dybala-Hernandez-Barreto. Il centrocampista tira al volo e non perdona il portiere avversario. Alla fine del primo tempo siparietto con Salvo Ficarra che indossa la maglia numero 20 e promette di esibirla in una delle prossime puntate di Striscia la notizia. Poi il comico palermitano sfida dal dischetto il secondo portiere Samir Ujkani: il primo tentativo va alto sopra la traversa e nel secondo il pallone colpisce il palo sotto la curva nord. Il terzo rigore, battuto sotto la curva Sud, va a segno.
Al 3' della ripresa il Lanciano pareggia con un colpo di testa di Falcinelli. Ma la festa continua e sugli spalti l'entusiasmo non si ferma. Al triplice fischio finale comincia lo spettacolo con Massimo Minutella e Sasà Salvaggio. Quindi i giocatori vengono chiamati uno per uno. Il primo a rientrare in campo è Stefano Sorrentino che tiene in braccio la piccola figlia Viola, salutato dall'ovazione dei tifosi e seguito via via da tutti i compagni.
Tra i più acclamati capitan Barreto, Belotti, Lafferty, Dybala e Troianiello, che nonostante abbia giocato pochissimo è diventato il beniamino del pubblico palermitano, anche per avere tenuto saldo, unito e sempre allegro lo spogliatoio. Dopo i giocatori entra sul terreno di gioco anche il tecnico Beppe Iachini che effettua il giro del campo salutato da una vera ovazione. Poi Barreto e compagni lo sollevano in area e intonano "Salta con noi Beppe Iachini". La festa si chiude con i cori animati da Troianiello.

TRAPANI - CITTADELLA 1-2
TRAPANI (4-4-2):
Nordi 6; Garufo 5 (30' st Raimondi 5.5), Pagliarulo 6, Terlizzi 6, Rizzato 6; Basso 6 (15' st Pacilli 6), Feola 5.5, Pirrone 5.5, Nizzetto 6; Gambino 5.5, Mancosu 5.5. In panchina: Dolenti, Ferri, Priola, Abate, Yaisien, Pitasi. Allenatore: Boscaglia 6.
CITTADELLA (4-2-3-1): Di Gennaro 6; Coly 6, Scaglia 5.5, Gasparetto 6.5, Alborno 6; N.Rigoni 6, Busellato 6 (43' st Di Donato sv); Piscitella 6 (27' st Colombo 5.5), Coralli 6.5 (31' st Donnarumma 6), Paolucci 7; Djuric 6.5. In panchina: Pierobon, Marino, Pugliese, Jiday, Lora, Perez. Allenatore: Foscarini 7.
Arbitro: Candussio 6.5.
Reti: 12' pt Basso (rig), 28' pt Djuric, 11' st Paolucci.
Note: Spettatori: paganti 1.891, incasso 13.336 euro; abbonati 2.452, quota di 22.139,70 euro. Al 10' st espulso Pagliarulo per gioco scorretto. Ammoniti: Pirrone e Scaglia. Angoli 7-4. Recupero: 0'; 4.
----------------------------------

Altra sconfitta per il Trapani. I ragazzi di Boscaglia passano in vantaggio al 12' su rigore con Basso. Sembra tutto facile, ma il Cittadella pareggia al 28' con l'ex Djuric e completa la rimonta al 12' del secondo tempo con una punizione di Paolucci, dopo l'espulsione di Pagliarulo.

BOLOGNA - CATANIA 1-2
BOLOGNA (3-5-1-1):
Curci 5, Antonsson 5, Natali 5.5, Sorensen 5 (36' pt Cristaldo 5), Garics 5, Friberg 5, Krhin 6 (1' st Ibson 5.5), Christodoulopoulos 4.5, Morleo 6, Kone 5.5, Bianchi 4.5 (17' st Acquafresca 5). (32 Stojanovic, 35 Cech, 75 Crespo, 22 Mantovani, 13 Laxalt, 24 Pazienza, 88 Paponi, 10 Moscardelli). All.: Ballardini 4.5.
CATANIA (4-3-3): Frison 7.5, Peruzzi 3, Gyomber 6, Rolin 6, Monzon 6.5, Izco 6.5, Rinaudo 7, Barrientos 6 (10' st Plasil 6), Leto 6 (19' st Bellusci 6), Bergessio 7, Castro 6 (31' st Biraghi 6). (35 Ficara, 6 Legrottaglie, 33 Capuano, 31 Cabalceta, 4 Almiron, 23 Boateng, 26 Keko, 7 Fedato, 10 Lodi). All.: Pellegrino 7.5
Arbitro: Rocchi di Firenze 5.
Reti: nel pt 21' Monzon, nel st 33' Morleo, 38' Bergessio.
Note: angoli 12-1 per il Bologna. Recupero: 3' e 5'. Espulsi: Peruzzi a 29' pt per doppia ammonizione, Paponi per proteste. Ammoniti: Christodoulopoulos, Rolin, Kone e Rinaudo per gioco scorretto, Frison e Bianchi per comportamento non regolamentare e Morleo per proteste. Spettatori: 30.929 (di cui 13.295 abbonati), 193.891 euro di incasso (di cui 124.954 rateo abbonati). Paponi, in panchina, espulso per proteste dopo il secondo gol del Catania.
----------------------------------

La vittoria più inutile. Più beffarda. Più amara. Una domenica potenzialmente da leggenda si trasforma nell'ultimo atto di una corsa durata otto anni. A Bologna, nello stesso stadio in cui nel 2007 fa arrivò una salvezza memorabile contro il Chievo, il Catania giunge al capolinea del ciclo in Serie A più lungo della sua storia. Rabbia, rimpianti e occasioni sprecate nell'arco di una stagione disgraziata fanno da sfondo alla scia di rammarico consegnata dal primo successo esterno stagionale, giunto nel momento potenzialmente più delicato e rivelatosi una spietata, terribile illusione a causa delle vittorie ottenute da Chievo e Sassuolo che condannano gli etnei e gli emiliani. [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini su Lasiciliaweb Sport]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 maggio 2014
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia