Le siciliane di A e B

Un solo risultato per 3 squadre: Catania-Genoa, Trapani-Latina, Brescia- Palermo 1-1

07 ottobre 2013

Viste dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
E’ strano ma è successo: tre partite, tre risultati uguali per le 3 squadre siciliane impegnate nei maggiori campionati di calcio.
Possiamo dire che, forse, il migliore dei risultati lo ha ottenuto il Palermo in trasferta, confemando il buon momento dopo il cambio di allenatore, pareggiando in casa del Brescia dopo essere stato in svantaggio con il gol dell'ex Caracciolo, ma rimontando e portando a casa un buon punto.
Importante, perché in serie B è fondamentale la regolarità, per arrivare alla fine di un campionato lungo e faticoso.
Il Catania invece non riesce ad ingranare come l'anno scorso. Eppure, non riesco a a capire bene cosa stia succedendo, considerando il fatto che la squadra è quasi quella dello scorso anno.
Il Trapani invece, dopo un buon avvio, sta scontando l'inesperienza del debuttante ma continua ad essere una buona squadra che potrà riservare sicure sorprese.
Buon calcio a tutti!
[A.G.]

BRESCIA - PALERMO 1-1
BRESCIA (3-4-1-2)
Cragno 6.5; Zambelli 6, Budel 5.5, Camigliano 6; Mandorlini 6, Finazzi 5.5, Coletti 6.5, Kukoc 6; Scaglia 6; Oduamadi 6 (20' st Sodinha 6), Caracciolo 7. In panchina: Arcari, Minelli, Lancini, Diouf, Benali, Grossi, Saba, Juan Antonio. Allenatore: Bergodi 6.5.
PALERMO (4-3-3) Sorrentino 6.5; Pisano 5, Munoz 6, Terzi 5.5, Daprelà 6; Barreto 5.5, Bolzoni 6.5, Verre 6 (1' st Andelkovic 6); Di Gennaro 6 (8' st Belotti 7), Dybala 5 (33' st Varela sv), Hernandez 5. In panchina: Ujkani, Milanovic, Morganella, Ngoyi, Stevanovic, Troianiello. Allenatore: Iachini 6.5
Arbitro: Pizani di Empoli 6.
Reti: 31' pt Caracciolo, 15' st Belotti.
Note: spettatori 3.000 circa. Ammoniti: Zambelli, Caracciolo, Scaglia, Budel, Daprelà, Dybala, Sodinha. Angoli: 6-6. Recupero 3' e 3'.

--------------------

Pari esterno per il Palermo, che a Brescia non brilla ma porta a casa un risultato non da buttare. La formazione rosanero dimostra, però, di non avere ancora risolto i propri problemi.
Iachini propone il tridente Di Gennaro Dybala-Hernandez anche in trasferta, ma dopo un avvio promettente, caratterizzato dall'inefficacia sotto porta di Dybala ed Hernandez e da un paio di buoni interventi del portiere di casa Cragno, è il Brescia a colpire sfruttando le solite incertezze della difesa ospite. Il gol del vantaggio lo sigla l'ex della partita, Caracciolo: stop di petto e tiro al volo da dentro l'area ad infilare Sorrentino.
Nella ripresa Iachini cambia modulo passando al 3-4-1-2 con l'inserimento di Andelkovic al posto di Verre (un suo tiro cross nel finale di primo tempo era finito sulla traversa) e traendo beneficio soprattutto dall'innesto di Belotti. L'attaccante dell'Under 21 si dimostra ben più incisivo dei colleghi di reparto siglando il pareggio da sinistra con un preciso rasoterra e consentendo al nuovo tecnico del Palermo di restare imbattuto.

TRAPANI - LATINA 1-1
TRAPANI (4-4-2)
Nordi 7; Garufo 6, Pagliarulo 6.5, Terlizzi 6, Rizzato 6.5; Nizzetto 6.5, Pirrone 6.5, Caccetta 6 (32' s.t. Djuric 6), Pacilli 6.5; Abate 6 (17' s.t. Iunco 6), Mancosu 6.5. In panchina: Marcone, Priola, Martinelli, Feola, Finocchio, Madonia. Allenatore: Boscaglia 6.5
LATINA (3-5-2) Iacobucci 7; Brosco 6, Cottafava 6.5, Esposito 6; Alhassan 6.5 (35' s.t. Figliomeni s.v.), Cejeas 6 (25' s.t. Barraco 6), Morrone 6, Maltese 6 (28' s.t.Bruno 6), Rivstowski 6; Crimi 6.5, Jonathas 7. In panchina: Pawlowski, Jefferson Cisotti, Baldan, Ricciardi, Negro. Allenatire: Breda 6.5
Arbitro: Cervellera di Taranto 5.5.
Reti: 27' pt Mancosu, 30' pt Jonathas.
Note: spettatori paganti 2.124, incasso di 20.034,80 euro; abbonati 2.337, quota di 21.112,88 euro. Ammoniti: Jonathas, Brosco, Nizzetto, Pirrone, Morrone, Crimi, Figliomeni e Bruno.  Angoli: 12-3 per il Trapani. Recupero: 1', 5'.

--------------------

Il Trapani si rimette in moto, anche se non nel modo auspicato dal suo allenatore. Dopo tre sconfitte di fila, la formazione di Boscaglia pareggia in casa con il Latina mostrando la consueta propositività, ma non altrettanta efficacia in avanti.
I granata sbloccano il risultato col solito Mancosu, freddo nel battere Iacobucci su imbeccata di Nizzetto, ma dopo soli tre minuti incassano il pareggio degli ospiti siglato da Jonathas con una precisa parabola che batte Nordi.
Il Trapani preme, colleziona angoli (alle fine saranno ben 12) e costrisce occasioni da gol importanti che però non vanno a buon fine un po' per l'opposizione di Iacobucci e un po' per l'eccessiva precipitazione sotto porta. Il Latina resiste, prova la sortita offensiva impegnando Nordi con Esposito e Maltese e alla fine porta a casa il punto sperato.

CATANIA - GENOA 1-1
CATANIA (4-3-3):
Andujar 5.5, Alvarez 6, Legrottaglie 5, Bellusci 6, Biraghi 6 (37' st Monzon sv), Plasil 6, Tachtsidis 5.5, Almiron 5.5 (27' st Izco 6), Barrientos 6.5, Bergessio 5.5 (34' st Leto sv), Castro 6. (1 Frison, 34 Ficara, 5 Rolin, 33 Capuano, 17 Guarente, 20 Freire, 23 Boateng, 32 Petkovic, 26 Keko). All.: Maran 5
GENOA (3-4-3): Perin 6, Antonini 5, Portanova 6.5, Manfredini 6, Vrsaljko 6.5, Lodi 6, Matuzalem 6 (18' st Fetfatzidis 6), Sampirisi 6 (24' st Stoian sv), Santana 6 (36' st Calaiò sv), Gilardino 6, Kucka 6. (53 Bizzarri, 32 Donnarumma, 4 De Maio, 5 Gamberini, 14 Cofie, 69 Sturaro, 91 Bertolacci, 26 Centurion, 77 Konate). All. Gasperini 6.5
Arbitro: Calvarese di Teramo 6.
Reti: nel st 14' Barrientos, 42' autorete Legrottaglie.
Note: angoli 4-3 per il Genoa. Recupero: 1' e 5'. Ammoniti Tachtsidis, Manfredini, Barrientos, Castro, Matuzalem e Lodi per gioco scorretto Spettatori 12.482 (paganti 2.020, abbonati 10.462), incasso 21.470 euro.

--------------------

Prima Antonini, poi Legrottaglie. Due errori gravi, due gol. E un pareggio. Catania e Genoa mostrano una pericolosa tendenza a complicarsi la vita e non vanno oltre il punticino in una partita caratterizzata dai vistosi svarioni difensivi che permettono al punteggio di schiodarsi dallo 0-0.
Nella sfida tra una squadra in cerca di conferme e un'altra che ha appena voltato pagina, sono gli ospiti a ricavare qualche indicazione positiva in più. Nonostante il fattore campo e una tradizione ampiamente positiva contro i liguri, il Catania, reduce dalla prima vittoria in campionato contro il Chievo, dimostra di non avere ancora risolto i propri problemi. La manovra degli etnei, poco armonici nel fraseggio e nel movimento senza palla, continua a mancare di brillantezza e continuità. Inevitabile che la produzione offensiva ne risenta restando insufficiente. Eccezion fatta per un colpo di testa di Castro infrantosi sulla traversa in avvio di ripresa, Perin corre pochi pericoli e viene battuto solo da Barrientos con la complicità di un regalo di Antonini, che controlla male un lancio di Castro spianando la strada al Pitu, lesto nel battere il portiere avversario. Per il resto dell'incontro i rossazzurri, con diversi uomini ancora in condizioni non ottimali, continuano a denunciare eccessivi affanni nel presentarsi dalle parti del portiere avversario lasciando Bergessio troppo isolato. Maran chiedeva a questo incontro di chiarire se la sua squadra era guarita dopo un avvio di stagione esitante: il verdetto dei 90' dice che i padroni di casa sono ancora convalescenti [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 ottobre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia