Le Siciliane di A e B

Un'altra sconfitta... (Torino-Catania 4-1) Pranzo indigesto (Palermo-Latina 1-2) Che bel granata! (Juve Stabia-Trapani 2-3)

25 novembre 2013

Viste dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
Come avete visto dal titolo, sorride solo il Trapani nel trio delle squadre isolane di A e di B, con il Catania che inanella la solita sconfitta lontana dal Massimino - e stavolta con più rumore subendo 4 gol dal Torino - e con il Palermo che, anche stavolta, come succedeva l'anno scorso in serie A, quando gioca all'ora di pranzo perde puntualmente. E’ successo anche stavolta, pur andando in vantaggio con Hernandez ma subendo 2 gol in contropiede allo stesso modo.
Dicevamo, sorride solo il Trapani che va a vincere in trasferta a Castellamare del Golfo contro la Juve Stabia per 3-2.
Comunque, per essere ottimisti diciamo: niente drammi per il Palermo! Il campionato è lungo e ci sono le qualità per ritornare in serie A, così come il Trapani ha le potenzialità per rimanere in serie B. Vedo nero, invece, per il Catania, non vorrei ripetesse la parabola discendente dei rosanero dell'anno scorso.
Buon calcio a tutti.
[A.G.]

PALERMO - LATINA 1-2
PALERMO (3-5-2):
Ujkani 5.5; Munoz 6, Milanovic 6, Andelkovic 6; Morganella 6.5 (9'st Stevanovic 6), Bolzoni 5, Bacinovic 5 (26'st Di Gennaro 6), Verre 6.5, Pisano 5.5; Belotti 5 (14' st Lafferty 5.5), Hernandez 6. In panchina: Fulignati, Sanseverino, Troianiello, Lores, Terzi, Daprelà. Allenatore: Iachini 6.
LATINA (3-5-2): Iacobucci 6.5; Brosco 6.5, Cottafava 6, Esposito 6; Milani 6, Crimi 6 (45'st Cisotti sv), Ristovski 6.5 (38'st Figliomeni sv), Morrone 6.5, Alhassan 6; Ghezzal 6.5, Jefferson 6.5 (26'st Bruno 6). In panchina: Pawlowski, Bruscagin, Bruno, Maltese, Barraco, Cejas, Cisotti, Chiricò, Figliomeni. Allenatore: Breda 6.5.
Arbitro: Fabbri di Ravenna 6.
Reti: 18' pt Hernandez, 24' pt Ghezzal, 47' pt Jefferson.
Note: Giornata fredda, terreno allentato. Spettatori: 8.350 per un incasso di 71.385,00 euro. Ammoniti: Verre, Brosco, Di Gennaro, Bruno, Pisano. Angoli: 7-0. Recupero: 2'; 4'.
--------------------------

Il Palermo esce sconfitto dalla sfida in casa con il Latina per 2-1 e perde così punti preziosi nei confronti di Empoli e Lanciano. Vantaggio rosanero con Hernandez che poco prima aveva già sfiorato sull'assist di Bellotti con un tiro respinto di piede da Iacobucci. Al 18' il servizio è di Verre e l'uruguaiano va in gol di testa. Pareggio del Latina al 24'. Velo di Jefferson a favore di Ghezzal che solo davanti ad Ujkani sigla l'1-1.
Fulminante il contropiede dei laziali nel recupero del primo tempo con Jefferson che si invola verso la porta, salta Ujkani e firma il vantaggio. Nel secondo tempo Iachini inserisce Stevanovic, Lafferty e Di Gennaro ma l'attacco rosanero non riesce a sfondare la difesa del Latina. Si ferma così la serie positiva del Palermo.

JUVE STABIA - TRAPANI 2-3
JUVE STABIA (4-4-2):
Calderoni 5; Ghiringhelli 5.5, Lanzaro 5, Contini 5 (1' st Murolo 6), Zampano 6; Parigini 6, Jidayi 6 (13' st Suciu 6), Mezavilla 5.5, Vitale 5 (11' st Diop 5); Doukara 6.5, Sowe 6.5. In panchina Viotti, Ciancio, Martinelli, Di Nunzio, Doninelli, Elefante. Allenatore: Braglia 6. 
TRAPANI (4-4-2): Nordi 6; Garufo 6, Pagliarulo 6, Martinelli 6.5, Rizzato 6; Nizzetto 6.5 (40' st Djuric 4), Ciaramitaro 6.5, Pirrone 6.5, Finocchio 6.5 (14' st Basso 6); Gambino 6.5 (19' st Caccetta 6), Mancosu 7.5.  In panchina Marcone, Abate, Madonia, Pacilli, Vitale, Iunco. Allenatore: Boscaglia 6.5
Arbitro: Gavillucci di Latina 6.
Reti: 17' pt Mancosu, 28' pt Nizzetto, 33' pt Doukara, 37' pt Mancosu (rig), 22' st Sowe.
Note: spettatori 1919 per un incasso di 21300 euro. Espulso Djuric al 43' st per gioco falloso. Ammoniti Contini, Nordi, Zampano, Basso, Caccetta, Sowe, Martinelli. Angoli 5-1 per la Juve Stabia. Recupero: 1'; 5'.
--------------------------

Il Trapani fa il colpo a Castellammare di Stabia. La Juve Stabia lotta, ma esce sconfitta per 2-3 dalla sfida contro i granata, pronti a sfruttare le occasioni offerte dall'incerta difesa campana e a incamerare una vittoria preziosa per la classifica.
La squadra di Boscaglia deve fronteggiare la pressione dei padroni di casa ma nel primo tempo riesce ad infilare tre volte la difesa avversaria grazie alla giornata di gran vena del bomber Mancosu, ora capocannoniere della cadetteria con 10 reti.
Al 18' l'attaccante, lanciato da Gambino sul filo del fuorigioco, è lesto a saltare Calderoni in velocità e a rompere l'equilibrio iniziale dell'incontro. Raddoppio al 28': Nizzetto insacca su punizione dai trenta metri con un diagonale di sinistra che coglie impreparato Calderoni.
Tre minuti dopo la Juve Stabia accorcia le distanze con Doukara che corregge in rete un cross di Parigini: la palla tocca la traversa e sembra varcare la linea, nel dubbio Sowe ribadisce spedendo il pallone in fondo al sacco. Il Trapani però sa come far male e colpisce ancora al 37' su rigore conquistato e trasformato da Mancosu.
Nella ripresa la squadra di Braglia si lancia all'assalto della porta di Nordi, ma non basta al 22' il gol di Sowe. Finisce 3-2 per il Trapani con le "vespe" che recriminano sulle tantissime occasioni da gol fallite di un soffio, incluso un palo colpito da Doukara negli ultimi minuti di partita.

TORINO - CATANIA 4-1
TORINO (4-4-2):
Padelli 6, Darmian 6, Bovo 6, Moretti 7, D'Ambrosio 6,5, Vives 6, Basha 6, Farnerud 6 (29' st Brighi sv), El Kaddouri 7.5, (20' st Glik 6), Immobile 7.5 (36' st Meggiorini sv), Cerci 7 (23 Gomis, 32 Berni, 19 Maksimovic, 17 Masiello, 26 Pasquale, 63 Bellomo, 14 Gazzi, 10 Barreto). All: Ventura 7.
CATANIA (4-3-3): Andujar 6, Alvarez 5.5, Legrottaglie 4.5, Gyomber 5, Capuano 4.5, Plasil 5, Tachtsidis 4.5 (38' st Freire sv), Guarente 5 (34' pt Barrientos 5.5), Castro 5 (34' pt Leto 5.5), Maxi Lopez 5.5, Keko 5 (1 Frison, 35 Ficara, 2 Peruzzi, 3 Spolli, 5 Rolin, 18 Monzon, 32 Petkovic, 34 Biraghi). All.: De Canio 4.5.
Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa 6.
Reti: nel pt, 10' Immobile, 34' El Kaddouri; nel st: 5' Leto, 14' Moretti, 16' El Kaddouri.
Note: angoli 8 a 5 per il Torino. Recupero: 2' e 2'. Ammoniti: Capuano, Gyomber e Alvarez per gioco falloso, Bovo, D'Ambrosio, Padelli, Leto e Legrottaglie per comportamento non regolamentare. Il tecnico del Torino Ventura espulso al 5' st per proteste. Spettatori 13.856.
--------------------------

Così non si va da nessuna parte. Anzi, da una parte di va, ma è quella sbagliata. Meglio ribadirlo subito e prendere coscienza della complessità della situazione. Il Catania che finisce travolto a Torino è una squadra che non vede la luce in fondo al tunnel.
Mezzo passo avanti, uno e mezzo indietro. Le speranze di rinascita coltivate dopo i segnali di risveglio offerti a Napoli e la vittoria, pur sofferta, contro l'Udinese non hanno seguito. Neppure il ritorno al successo prima della sosta è bastato per rigenerare Alvarez e soci. Quanto di positivo emerso nelle ultime due giornate viene spazzato via da un'altra prova assai deludente. Non si è ultimi dopo 13 giornate per caso, come non si perdono per caso sette trasferte su sette. I rossazzurri (in ritiro da martedì prossimo) mostrano tutta la loro fragilità commettendo gravi errori individuali e mancando anche e soprattutto come collettivo: in campo si vede una squadra slegata e spaesata, che De Canio prova inutilmente a correggere con due cambi già nel corso del primo tempo. Ma agli etnei, oltre ad alcuni uomini importanti (niente alibi, non è davvero il caso), mancano certezze, quei riferimenti fondamentali - di uomini e di gioco - ai quali aggrapparsi nei momenti di difficoltà per riuscire a ribaltare la partita. [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 novembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia