Le Siciliane di A e B

Niente da fare... (Catania-Milan 1-3). Fino all'ultimo respiro... (Palermo-Novara 2-1). Altri 3 punti... (Trapani-Lanciano 1-0)

02 dicembre 2013

Viste dal tifoso...
Buon lunedi a tutti.
Anche oggi i titoli sono eloquenti e ci danno la dimensione e l'esito del fine settimana calcistico per le squadre siciliane di A e di B.
Ombre sul Catania che domenica a pranzo è stato sconfitto dal Milan per 3-1 dopo essere andato in vantaggio... Ma troppo è il divario tra le squadre, ed ora la situazione è preoccupante, perché l'ultimo posto in classifica non lascia presagire nulla di buono.
In serie B, invece, si sono registrate due belle vittorie casalinghe con il Palermo che ha riscattato la sconfitta di domenica con il Latina ed ha battuto il Novara con una doppietta di Belotti (l'ultima rete all'ultimo respiro), e con il Trapani che ha sconfitto il Lanciano una delle squadre più forti del campionato.
Ora il Palermo è secondo in classifica mentre il Trapani si trova in una posizione tranquilla di centro classifica.
Si guarda al futuro con più ottimismo.
Alla prossima settimana e buon calcio a tutti!
[A.G.]

PALERMO - NOVARA 2-1
PALERMO (3-5-2): Ujkani 6; Munoz 6.5, Terzi 5.5, Andelkovic 6; Stevanovic 6, Bolzoni 6.5, Bacinovic 6 (36' st Troianiello sv), Verre 6 (25' st Barreto 6.5), Daprelà 6.5; Lafferty 6 (16' st Hernandez 6.5), Belotti 8. In panchina: Fulignati, Pisano, Milanovic, Di Gennaro, Morganella, Ngoyi. Allenatore: Iachini 6.
NOVARA (3-5-2): Kosicky 6; Perticone 6.5, Bastrini 6 (1' st Mori 6), Ludi 6; Marianini 6 (12' st Salviato 6), Lazzari 6, Buzzegoli 6, Rigoni 6, Pesce 6; Gonzalez 6.5, Rubino 6 (25' st Faragò 6). In panchina: Tomasig, Faragò, Katidis, Comi, Vicari, Nava, Parravicini. Allenatore: Calori 6.
Arbitro: Pairetto di Nichelino 5.
Reti: 45' pt e 47' st Belotti, 7' st Gonzalez
Note: giornata di pioggia, terreno allentato. Spettatori: 7.318 per un incasso di 60.128,00 euro. Espulso: 39' st Pesce per doppia ammonizione. Ammoniti: Daprelà, Pesce, Gonzalez. Angoli: 7-5. Recupero: 0'; 4'.

----------------------------------------------

E' Andrea Belotti l'uomo del giorno in casa rosanero. Il Palermo ringrazia il giovane attaccante per la doppietta che consente alla squadra di Iachini di battere il Novara e di portarsi a un solo punto dall'Empoli capolista.
Un premio anche per il tecnico, che nell'undici iniziale preferisce la punta dell'Under 21 a Hernandez venendo ripagato da due reti. Il Palermo colleziona solo corner fino al 45', quando  Belottifa tutto da solo: riceve palla in area, salta due difensori e esplode il destro che si infila all'incrocio.
Nella ripresa, ennesima dormita della retroguardia del Palermo al 7' della ripresa e Gonzalez, l'ex del match, pareggia involandosi da solo verso la porta difesa da Ujkani. Iachini inserisce anche Hernandez, ma il nuovo entrato spreca una buona occasione alla mezz'ora.
Nel finale i padroni di casa si riversano in attacco sfruttando anche la superiorità dovuta all'espulsione di Pesce (ex Catania). Munoz colpisce il palo con un'inzuccata, Kosicky, altro ex rossazzurro, ferma un colpo di testa di Belotti ma nulla può sul nuovo tentativo aereo di Belotti su cross di Stevanovic.

TRAPANI - LANCIANO 1-0
TRAPANI:
Nordi 6.5; Garufo 6.5, Pagliarulo 6.5, Martinelli 6.5, Rizzato 6; Finocchio 6 (19' st Basso 7), Ciaramitaro 7, Pirrone 6, Nizzetto 6.5 (23' s.t. Caccetta 6), Mancosu 6.5, Gambino 6,5 (37' s.t. Terlizzi). In panchina: Marcone, Daì, Caccetta, Madonia, Pacilli, Iunco, Abate. Allenatore: Boscaglia 6.5
LANCIANO: Sepe 6.5; Mammarella 5, De Col 6, Amenta 6.5, Troest 6.5; Minotti 6 (19' s.t. Gatto 5), Buchel 6.5, Di Cecco 6; Cesarini 6, Turchi 6 (11' s.t. Falcinelli 5.5), Plasmati 5.5 (39' s.t. Fofana s.v.). In panchina: Aridità, Aquilanti, Nicolao, Scrosta, Vastola, Germano. Allenatore: Baroni 6.
Arbitro: Aureliano di Bologna 6.
Rete: 23' st Basso.
Note: spettatori paganti 2.080, abbonati 2.337, incasso 40.753,78 euro. Espulso al 27' st Mammarella per proteste. Ammoniti Martinelli, Pagliarulo, Turchi, Amenta. Angoli: 10-3 per il Trapani. Recupero: 1', 4'.
----------------------------------------------

Il Trapani ha ripreso a correre. I granata ottengono la terza vittoria consecutiva fermando la rivelazione Lanciano e salendo a quota 21 in classifica. Un risultato che consegna ai padroni di casa una posizione più tranquilla in graduatoria e fa felice anche il Palermo, che soffia la piazza d'onore agli uomini allenati da Baroni.
Stavolta non è Mancosu a risolvere la gara, anche se il bomber granata contribuisce alla realizzazione del gol risolutivo servendo il cross corretto in rete da Basso a metà del secondo tempo. La partita, sin lì bloccata, si accende. Veemente la replica degli abruzzesi, che vanno vicinissimo al pareggio: traversa di Falcinelli, poi Nordi salva sulla linea di porta. Il gol fantasma scatena le proteste del Lanciano e costa l'espulsione al capitano Mammarella.
Al 33', per due volte, Gambino va vicino al gol del raddoppio: prima con un colpo di testa ravvicinato, che non inquadra la porta, poi con un sinistro da fuori, a lato anche questo. Gli ospiti ci provano nel finale con Casarini e Buchel ma Nordi protegge il vantaggio.

CATANIA - MILAN 1-3
CATANIA (4-3-3):
Andujar 4.5, Peruzzi 5.5, Rolin 5.5, Spolli 5.5, Biraghi 5, Plasil 5.5, Tachtsidis 4.5, Monzon 5 (16' st Keko 5.5), Barrientos 6 (43' st Leto sv), Maxi Lopez 5.5, Castro 6 (23' st Guarente sv). (1 Frison, 35 Ficara, 22 Alvarez, 6 Legrottaglie, 24 Gyomber, 31 Cabalceta, 33 Capuano, 20 Freire, 32 Petkovic). All.: De Canio 5.
MILAN (4-3-2-1): Gabriel 6, Poli 6, Silvestre 6, Bonera 5.5, Emanuelson 6.5, Montolivo 7, De Jong 6.5, Nocerino 5.5, Birsa 5.5 (29' st El Shaarawy sv), Kakà 7, Balotelli 6 (38' st Matri sv). (35 Coppola, 61 Ferrari, 33 Vergara, 21 Constant, 24 Cristante, 8 Saponara, 78 Niang). All. Allegri 7.
Arbitro: Rizzoli 5.5
Reti: nel pt 13' Castro, 19' Montolivo, nel st 18' Balotelli, 36' Kakà.
Note: angoli 5-2 per il Milan. Recupero 2' e 4'. Espulso: Tachtsidis (19' st) per gioco violento. Ammoniti: Poli, Silvestre, Montolivo, Plasil e Barrientos per gioco scorretto, Kakà per comportamento non regolamentare. Spettatori 17.383 (paganti 6.921, abbonati 10.462), incasso 219.421 euro.
----------------------------------------------

Due indizi non fanno una prova, ma quasi. Il Milan sta tornando, il Catania ancora non c'è. L'anticipo domenicale del Massimino restituisce il sorriso ai rossoneri ed è spietato con i rossazzurri. Se gli ospiti, sbloccatisi in Champions a Glasgow, trovano il primo centro esterno anche in campionato, gli etnei restano inchiodati in fondo alla classifica perdendo la seconda gara di fila dopo l'illusoria vittoria interna con l'Udinese.
La formazione di Allegri, dopo aver disinnescato la trappola Celtic, fa altrettanto con il Catania regalandosi un risultato pieno che dà fiato alla classifica e regala serenità a un ambiente reso turbolento delle recenti vicende societarie. Di turbolento, per la verità, c'è anche altro. La domenica di Balotelli, in primo luogo. Il centravanti, lontano dalla versione Supermario, sbaglia un paio di gol semplici, trasforma la punizione del 2-1 e litiga con avversari e pubblico: Allegri lo sostituisce dopo le scintille con Spolli, accusato di avergli rivolto una frase razzista ("Negro di m...") , e lui replica ai fischi dei tifosi etnei indicando con le dita il tre, ossia il numero di gol inflitti ai padroni di casa. [Continua a leggere l’articolo di Alberto Cigalini]

[Fonte: Lasiciliaweb Sport]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 dicembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia