Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Le Siciliane di A [III giornata]

Solo un punto... (Palermo-Cagliari 1-1). Buona prova, ma zero punti (Fiorentina-Catania 2-0)

17 settembre 2012

La partita vista dal tifoso...
Buon lunedì a tutti.
Il Palermo conquista il primo punto del campionato, ma è l'ultimo di Sannino sulla panchina dei rosanero, perché è stato già cacciato da Zamparini. Al suo posto arriva Gasperini (vecchio pallino del presidente).
Riuscirà nell'impresa di risollevare una squadra senza anima, senza mordente, con una condizione fisica sotto i tacchi?
Nessuno, ancora, lo può sapere. A me viene solo dire che si è preso una brutta gatta da pelare!!
Il Palermo, ed avevo detto già prima che iniziasse il campionato, lotterà per non retrocedere. Ed il buon Gasp, dopo l'avventura non proprio felice sulla panchina dell'Inter, dovrà tirare fuori tutto quello che ha dentro... e di più, per dare una svolta alla squadra siciliana.
Intanto, tanti auguri di buon lavoro e siccome guardo il bicchiere mezzo pieno, diciamo che, comunque, trova una squadra già con un punto.
A lunedì prossimo e buon calcio a tutti.
[A.G.]

PALERMO - CAGLIARI 1-1
PALERMO: Ujkani 6, Morganella 5.5, Von Bergen 6.5 (dal 30' st Munoz sv), Mantovani 6, Garcia 5.5, Bertolo 6, Donati 6 (dal 44' st Pisano sv), Rios 6.5, Ilicic 5 (dal 8' st Kurtic 6), Hernandez 5.5, Miccoli 6 (99 Benussi, 7 Viola, 9 Dybala, 15 Milanovic, 18 Labrin, 19 Budan, 22 Brichetto). All.: Sannino 6.
CAGLIARI: Agazzi 5.5, Perico 6, Rossettini 5.5, Ariaudo 6, F. Pisano 5.5, Ekdal 5 (dal 33' st Nenè), Conti 6, Nainggolan 6.5, Thiago Ribeiro 6 (dal 18' st Sau 6.5), Pinilla 5.5, Cossu 6 (dal 35' st Ibarbo 6) (25 Avramov, 8 Avelar, 13 Astori, 21 Dessena). All.: Ficcadenti 6.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6.
Reti: nel pt Rios al 40', nel st al 43' Sau.
Note: angoli: 1-0 per il Cagliari. Recupero: 2' e 5' Ammoniti: Nainggolan, Mantovani, Pinilla per gioco falloso; Miccoli, Garcia per proteste.  Spettatori: 12.625 per un incasso di 155.587 euro.
-----------------------------------

Il Palermo muove la classifica dopo due sconfitte, ma raccoglie un solo punto in casa contro il Cagliari dopo essere stato in vantaggio fino al 43' della ripresa.
Non ha pagato la strategia degli uomini di Sannino che, dopo il vantaggio alla fine del primo tempo con Arevalo Rios, hanno tentato di controllare nei secondi 45'. A beffare i siciliani è stato il giovanissimo bomber Sau, subentrato a Thiago Ribeiro e subito in gol.
Sannino lascia in panchina Dybala e punta su Hernandez e Miccoli, con Ilicic ala destra. Per il Cagliari davanti c'è l'ex Pinilla, assistito da Cossu. Partita molto tattica nel primo tempo. La paura blocca le due squadre che si aspettano.
Sembra più organizzato il Cagliari che si rende pericoloso due volte con Thiago Ribeiro, prima al 17' tiro all'incrocio respinto da Ujkani, poi al 21' con un dribbling in area e tiro debole, facile preda del portiere. Una delle poche emozioni la regala Agazzi: punizione di Miccoli da 25 metri, stoccata velenosa e l'estremo difensore sardo, partito con troppo anticipo sulla destra, è costretto a respingere fortunosamente con il tacco in caduta.

Alla mezz'ora l'ennesima incursione di Perico sulla destra, poco contrastato da Garcia, trova pronto Pinilla. Destro al volo su cui si immola Von Bergen.  Al 40' passa il Palermo. Cross lungo di Garcia che trova Miccoli sulla destra, passaggio corto e basso per l'accorrente Arevalo Rios che tira di prima intenzione e non lascia scampo ad Agazzi.
Ripresa sonnolenta, con il Cagliari che spinge poco e il Palermo che controlla. Il gioco stagna a centrocampo, intervallato da frequenti interruzioni. Il poco pubblico presente (solo in diecimila al Barbera) comincia a sbadigliare mentre la pioggia battente appesantisce il campo. A ravvivare, si fa per dire, il match un cross al 20' di Sau, appena entrato, per il colpo di testa di Pinilla che sfiora soltanto.
I rosanero approfittano del momento di stasi e provano a rallentare ancora di più il gioco. Si fanno vedere davanti solo a un quarto d'ora dalla fine con un'altra punizione di Miccoli, respinta con qualche difficoltà da Agazzi. Al 37' Donati, su cross da fermo del capitano, incorna e segna ma il gol viene annullato per fuorigioco. Quando sembra che la partita si stia spegnendo e il Palermo riesca ad aggiudicarsi i primi tre punti della stagione, pareggia il Cagliari.
Al 43' Sau, goleador in B, si toglie la prima soddisfazione in Serie A approfittando della corta respinta di Ujkani sulla conclusione, centrale ma potente, di Perico. Contento il Cagliari, meno il Palermo che già assaporava la vittoria che avrebbe ridato tranquillità all'ambiente. Per Sannino, tornato con i suoi negli spogliatoi tra i fischi del pubblico, si prospetta un'altra settimana di passione.

FIORENTINA - CATANIA 2-0
FIORENTINA (3-5-2): Viviano 6.5, Roncaglia 6.5, Rodriguez 6, Tomovic 6.5, Cuadrado 6 (28' st Mati Fernandez sv), Migliaccio 6, Pizarro 7, Borja Valero 6, Pasqual 6 (38' st Cassani sv), Jovetic 7.5, Ljajic 6 (18' st Toni 6.5). (89 Neto, 12 Lupatelli, 3 Hegazi, 5 Olivera, 17 Seferovic, 19 Llama, 28 Capezzi, 31 Camporese, 92 Romulo). All.: Montella 7.
CATANIA (4-3-3): Andujar 5.5, Alvarez 5, Legrottaglie 5.5, Spolli 6, Marchese 5.5, Biagianti 5 (37' st Izco sv), Lodi 5.5, Almiron 5 (1' st Castro 5.5), Barrientos 5, Bergessio 6, Gomez 5.5 (44' st Doukara sv). (1 Frison, 5 Rolin, 8 Sciacca, 14 Bellusci, 24 Ricchiuti, 29 Terracciano, 30 Salifu, 33 Capuano). All.: Maran 5.
Arbitro: Doveri di Roma 6.
Reti: pt 43' Jovetic; st 20' Toni.
Note: angoli 5 a 3 per la Fiorentina. Ammoniti: Ljajic per simulazione, Pizarro e Gomez per reciproche scorrettezze, Jovetic e Spolli per gioco falloso. Recupero: 1', 3'. Spettatori: 22.727, incasso 331.000 euro (paganti 9199, incasso 135.672; abbonati 13.528, quota 195.328).
-----------------------------------

Vincenzo Montella non perdona, Stevan Jovetic neppure. La prima sconfitta in campionato del Catania arriva per mano di un vecchio amico e di uno dei più grandi talenti della Serie A. I rossazzurri si fermano a Firenze, dove i viola guidati dall'Aeroplanino incartano la manovra etnea venendo poi esaltati dal montenegrino, capace di fare la differenza.
Opachi, i rossazzurri, che al contrario delle due uscite precedenti faticano molto a rendersi pericolosi costruendo due chiare occasioni da gol solo nel secondo tempo con un colpo di testa ravvicinato di Bergessio (bel riflesso di Viviano) e un tiro a botta sicura del nuovo entrato Castro (Rodriguez salva mettendoci il corpo e anche un braccio).
Troppo poco per mettere in difficoltà la Fiorentina, decisamente più a suo agio e meglio disposta in campo. Il 3-5-2 di Montella permette ai padroni di casa di prendere il controllo a centrocampo, dove i viola hanno la superiorità numerica, costringendo gli esterni d'attacco etnei, Barrientos e Gomez, a rientrare a turno abbassando il baricentro della formazione di Maran.
Il differente livello della prova dei due registi è emblematico: Pizarro prende per mano i compagni dettando con personalità i tempi della manova, Lodi è invece costretto a restare molto basso e non trova assistenza adeguata nè in Almiron, che perde troppi palloni, incluso quello da cui nasce il vantaggio toscano (sinistro rasoterra di Jovetic dal limite), nè in Biagianti, che non ha ancora il passo giusto.

Se fino al vantaggio fiorentino il Catania riesce quanto meno a rischiare poco, alla squadra di Maran manca una reazione di peso nella ripresa. Il passaggio al 4-2-3-1 con l'ingresso di Castro per Almiron e Barrientos trequartista non sortisce gli effetti sperati, anche perchè sulle fasce è sempre la Fiorentina a prevalere.
Il raddoppio di Toni, un tocco a porta vuota su inserimento di Jovetic propiziato da un'errata applicazione del fuorigioco da parte della difesa catanese, arriva quando ancora restano 25 minuti allo scadere, ma i guizzi di Bergessio e Castro non vanno a buon fine e il Catania non ha la lucidità e la brillantezza necessarie per fare di più.

Fonte: Lasiciliaweb Sport

- La classifica di serie A (Uefa.it)

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 settembre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia