Le vacanze siciliane del super-ricercato Usa

L'Fbi offre un milione di dollari a chiunque collabori alla cattura di James J. Bulger

17 settembre 2007

L'Fbi lo reputa tanto pericoloso d'averlo inserito nella lista dei 10 maggiori ricercati d'America, e d'aver messo la sua foto subito sotto a quella di Osama Bin Laden. Sulla sua testa pende una taglia da un milione di dollari e la sua storia di criminale è stata tanto significativa da ispirare il regista Martin Scorsese per il ruolo di Frank Costello interpretato da Jack Nicholson nel suo ultimo film premio Oscar 'The Departed'. Stiamo parlando di James J. Bulger, considerato il padrino della mafia Irlandese di Boston e fuggito dagli Stati Uniti nel 1995. Ebbene, sembra che  il bandito 'most wanted' d'America abbia recentemente passato una tranquilla vacanza a Taormina. Infatti, sarebbe proprio lui l'uomo fotografato con la compagna Catherine Greig, per le strade della  bella località turistica siciliana, nell'aprile scorso. La foto dell'anziano signore, immortalato anche da un video, è stata pubblicata dall'Fbi sul proprio sito. Secondo i servizi segreti americani i due anziani assomigliano in modo evidente a Bulger e alla sua compagna. ''Le autorità chiedono l'aiuto del pubblico per l'identificazione'' si legge sulla stessa pagina web.

Per tutta l'estate i poliziotti italiani hanno lavorato in silenzio per le strade di Taormina, camuffandosi tra le migliaia di turisti che affollano la località turistica, muniti di microcamera per riuscire a trovare il supercriminale. Ma alla fine, la ricerca dei poliziotti è stata vana. A confermarlo è stato il questore di Messina, Santino Giuffré, che ha coordinato l'operazione in collaborazione con lo Sco di Roma e l'Fbi americana. ''Abbiamo lavorato per tutta l'estate - ha detto Giuffré - subito dopo avere incontrato in Sicilia i funzionari dell'Fbi che ci hanno mostrato la foto di Bulger'', ma di lui e della sua compagna non si è trovata nessuna traccia.
La Federal Bureau of Investigation ha così deciso di rivolgersi  direttamente al pubblico italiano, di Taormina e della Sicilia in particolare, per chiedere la collaborazione dei cittadini, offrendo in cambio la taglia milionaria. ''Anche se fino a oggi non siamo riusciti ad individuarlo - ha detto ancora il questore di Messina - le nostre ricerche proseguono, pensiamo che Bulger sia venuto a Taormina solo in vacanza e che abbia lasciato la località turistica in primavera, ma stiamo indagando sui suoi eventuali contatti in Sicilia''.

Oggi Bulger - che dagli anni Settanta agli anni Novanta ha gestito la principale organizzazione criminale del New England, la ''Winter Hill Gang'' - avrebbe circa 78 anni. Il video, della durata di circa 10 secondi, sarebbe stato girato da un turista che probabilmente aveva riconosciuto la coppia, anche se nessuna informazione è stata diffusa sulla sua identità. Le immagini mostrano un uomo anziano, gracile, dai capelli bianchi, che passeggia tranquillamente per Taormina al fianco di una donna dai capelli grigi. Ma per Fbi l'apparenza non deve ingannare: ''Bulger ha un temperamento violento e porta sempre con se un coltello'' e per questo motivo è considerato ''armato ed estremamente pericoloso''. La pericolosità di Bulger è confermata dal racconto di Paul Corsetti, un repoter del ''Boston Herald'' che aveva scritto su di lui e un giorno in un caffè si trovò improvvisamente vicino un individuo che gli disse: ''Sono Jimmy Bulger e uccido la gente''. La compagna Greig, di ventidue anni più giovane di lui, è invece nota per ''frequentare saloni di bellezza e avere una forte affinità con gli animali, in particolare i cani'' come si legge nella scheda preparata dagli agenti federali.
James Joseph Bulger, che commise il primo reato nel 1943 quando aveva 14 anni, è un ex informatore accusato di avere corrotto decine di agenti americani, ed è inoltre incriminato in 19 casi di omicidio, responsabile di riciclaggio di proventi illeciti, traffico di droga e scommesse illegali sulle corse di cavalli nell'area di Boston.

Il super-criminale ha disseminato per il mondo depositi di denaro capaci di sostenere la sua latitanza. Ne sono già stati rintracciati una cinquantina in Florida, Irlanda, Canada e Gran Bretagna ma potrebbero esservene altri in Italia. ''Prima di diventare latitante Bulger si era recato spesso nel vostro Paese - ha informato un portavoce dell'Fbi - e quelle soste forse servirono a organizzare una fuga ben pianificata da tempo''. Sebbene nel voluminoso dossier criminale del super-ricercato non figurino tracce di legami con la mafia, di intrecci con il crimine organizzato internazionale Bulger ne ha invece avuti molti e godrebbe ancora di solidi appoggi. A confermarlo è proprio il fatto che dopo la fotografia del 10 aprile Bulger e Greig sono rapidamente tornati a essere invisibili.
Bulger, che ha la caratteristica di camuffarsi spesso cambiando quindi aspetto, è stato cercato dalla Questura di Messina, presso gli alberghi e i lidi della meta ambita da migliaia di americani. Ma ''purtroppo l'attività svolta non ci ha consentito di arrestarlo'' ha detto infine il questore Giuffré.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 settembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia