Leone d'Oro all'olio di Campobello di Mazara

al Cibus Med di Bari, e il primo premio per i migliori extravergini

12 maggio 2003
Che gli olii siciliani fossero fra i migliori lo sapevamo già. Ora la loro bontà è stata consacrata con riconoscimenti ufficiali: tre primi premi al dodicesimo concorso internazionale «Leone d’Oro dei Mastri Oleari» al Cibus  Med di Bari, unica esposizione interamente dedicata all’alimentazione mediterranea.

La giuria ha valutato i prodotti che hanno preso parte al concorso, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dai maggiori Paesi produttori di olio tra i quali Spagna, Turchia, Australia e Cile secondo le nuove norme del Consiglio Oleicolo Internazionale.

Leone d’oro per la categoria ''Fruttato delicato'' all’azienda di Antonino Di Maria di Campobello di Mazara, per il ''Fruttato medio'' e per il ''Fruttato intenso'' all’azienda D'Alì di Trapani.

A testimonianza di come gli olii delle aziende della provincia di Trapani stiano lentamente scalando le classifiche nazionali ma anche quelle internazionali, sempre da Bari arriva un altro riconoscimento per quello che possiamo definire il nostro ''oro verde''. In occasione dell'ottavo concorso internazionale per i migliori extravergini ecocompatibili il primo premio  ''Premio Biol'' è andato al Titone dop valli trapanesi di Marsala che è riuscito a distinguersi superando, per qualità e prestigio,  gli altri 170 olii concorrenti provenienti da varie parti del mondo.

Piena soddisfazione è stata espressa anche dal Direttore della Coldiretti Giuseppe Campione il quale ha dichiarato che “questi riconoscimenti sono il frutto dell’impegno dei nostri agricoltori per cercare di raggiungere livelli qualitativi che consentano di competere con un mercato sempre più internazionale”.


Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia