Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Liberato Alessandro Spadotto

Il carabiniere addetto alla sicurezza dell'Ambascita Italiana nello Yemen era stato sequestrato lo scorso 29 luglio

03 agosto 2012

Alessandro Spadotto, il carabiniere italiano addetto alla sicurezza dell'Ambasciata italiana sequestrato il 29 luglio a Sana’a nello Yemen, è stato liberato. La Farnesina ha confermato le prime notizie diffuse dal presidente dell'associazione italo-yemenita, Arhab Al Sarhi. Poi, nella notte, Spadotto ha chiamato i genitori di persona per rassicurarli che rientrerà presto in Italia.
Spadotto, definito erroneamente dalla fonte yemenita citata da Reuters come "il diplomatico italiano" è stato consegnato al governatore (della regione) di Marib. È in buone condizioni e sarà trasferito a Sana'a più tardi e consegnato all'ambasciatore italiano. Secondo le prime indiscrezioni, si sarebbe arrivati alla liberazione grazie alla mediazione di alcuni capi tribali.

Intanto Ali Nasser Huraikdan, capo della tribù al-Jalal, autore del sequestro, ha confermato al quotidiano locale "Akhbar Alxaum" di non appartenere ad alcun gruppo e ha insistito nel ricordare che il sequestro è stato una misura di pressione sul governo yemenita perché esaudisse le sue richieste, e non sul governo italiano. Huraikdan chiedeva infatti che il suo nome venisse rimosso dalla lista delle persone ricercate in Yemen e dal novero di quelle che non possono recarsi all'estero.

"Grandissima soddisfazione per la rapida soluzione del caso, resa possibile grazie alla straordinaria collaborazione fornita dalle autorità di Sana’a". Ha dichiarato il ministro degli estri Giulio Terzi nella nota in cui la Farnesina conferma la liberazione di Alessandro Spadotto. "Si tratta di un successo che è ancora una volta - aggiunge Terzi - il risultato del lavoro tenace e della grande professionalità dei funzionari dell'Unità di Crisi e di tutte le strutture dello Stato coinvolte".

[Informazioni tratte da Adnkronos/Ign, Corriere.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 agosto 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia