Lirio Abbate, Maria Cuffaro e la giornalista russa Julia Latynina sono i vincitori del Premio Maria Grazia Cutuli 2007

24 ottobre 2007

Lirio Abbate dell'Ansa, Maria Cuffaro della Rai e Julia Latynina della Novaya Gazeta (settimanale russo indipendente dove lavorava Anna Politkovskaja) sono i vincitori della terza edizione del Premio internazionale di giornalismo intitolato a Maria Grazia Cutuli, l'inviata catanese del Corriere della Sera uccisa il 19 novembre 2001 in Afghanistan.
I nomi sono stati resi noti dagli organizzatori del premio: oltre al Corriere, il Comune di Santa Venerina e la Provincia di Catania. Insieme alla giuria, presieduta da Candido Cannavò, c'erano la mamma della giornalista, Agata D'Amore, visibilmente commossa, il direttore Paolo Mieli, il presidente di Rcs Piergaetano Marchetti e i rappresentanti delle istituzioni siciliane, il sindaco di Santa Venerina, Nino Ferlito, e l'assessore provinciale alla Cultura, Serafina Perra.

I PREMIATI - ''Nel nome di Maria Grazia ci piace premiare colleghi che, in qualche modo, le assomigliano: per fortuna, molto di lei è rimasto nel giornalismo del nostro Paese'' ha detto il direttore del Corriere Paolo Mieli. Il premio per la stampa estera è andato appunto a Julia Latynina, collega di Anna Politkovskaya, per la sua attività investigativa, mentre il riconoscimento per il giornalista siciliano emergente è stato assegnato a Lirio Abbate, che vive sotto scorta per le minacce ricevute dalla mafia. Quello per la stampa italiana è stato tributato a Maria Cuffaro, volto del Tg3, in quanto inviata in Iraq.
Assegnati, inoltre, premi a neolaureati: Lavinia Farnese, Riccardo Re, Norman Ruisin e Fabio Chisari. La cerimonia di conferimento, presentata da Rula Jebreal, si terrà il 17 novembre a Santa Venerina, il paesino alle pendici dell'Etna dove riposa Maria Grazia Cutuli.

''Anche quest'anno ospitiamo con grande orgoglio il premio intitolato a Maria Grazia Cutuli. Il suo nome è ormai indissolubilmente legato alla città di Santa Venerina. Con questo riconoscimento, infatti, confidiamo che nella nostra comunità, e soprattutto tra i giovani, resti forte l'esempio di chi ha saputo sacrificare anche la vita pur di fare fino in fondo il proprio dovere di giornalista'', ha dichiarato Nino Ferlito, sindaco di Santa Venerina.
Per Serafina Perra, assessore provinciale alle Politiche culturali, ''Con il Premio Cutuli si ricorda non solo una giornalista coraggiosa e intelligente, ma anche una donna ricca di una grandissima carica d'umanità, colta e sensibile''.

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 ottobre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia