Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Lo sceicco Hamed bin Ahmed al Hamed farà rifare la Perla Jonica di Acireale all'architetto David Fisher

20 ottobre 2011

Infastidito da ritardi e complicazioni legate a beghe politiche locali, è stato sul punto di mandare a monte l’affare, pur sapendo che avrebbe dovuto rinunciare alla sostanziosa caparra di 4,6 milioni di euro già versata per l’acquisto del complesso alberghiero della Perla Jonica, nella frazione di Capomulini di Acireale. Alla fine però ha prevalso il buon senso e lo sceicco Hamed bin Ahmed al Hamed, membro della famiglia reale di Abu Dhabi e presidente di uno dei fondi immobiliari più ricchi del pianeta, a bordo di uno dei suoi jet privati è volato a Catania dove ha incontrato i soci siciliani della Item srl, imprimendo una forte accelerazione alla trattativa avviata nel 2009.
A meno di clamorosi colpi di scena dell’ultima ora, entro la fine dell’anno il ricco uomo d’affari degli Emirati Arabi dovrebbe apporre la firma sull’atto che ufficializzerà l’acquisto per 46,3 milioni di euro del complesso alberghiero appartenuto alla famiglia degli imprenditori catanesi Costanzo e poi affidato ai tre commissari liquidatori.

Con la ripresa della trattativa sembra definitivamente accantonata la richiesta di sanatoria presentata dagli acquirenti per il cambio di destinazione d’uso a civile abitazione dei 130 appartamenti in residence posti all’interno della struttura. Richiesta che aveva spinto nello scorso mese di gennaio 12 consiglieri comunali d’opposizione a presentare un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare un presunto progetto speculativo. A riprova della ferma volontà dello sceicco a chiudere la trattativa c’è poi l’incarico di progettare la nuova Perla Jonica affidato all’architetto italo-israeliano David Fisher, famoso per aver progettato e creato edifici in centri urbani in tutto il mondo e per aver manifestato la volontà di realizzare la "Rotating Tower", il primo edificio interamente girevole del mondo: 80 piani da costruire a Dubai.
Fisher nei giorni scorsi è stato ricevuto dal sindaco di Acireale, Nino Garozzo, che si è detto soddisfatto per l’accelerazione della trattativa: "Nelle prossime ore - ha affermato il primo cittadino - matureranno delle decisioni importanti e positive che saranno rivelate al momento opportuno da chi di dovere. Sappiamo che lo sceicco conferma il suo investimento e la fattibilità dell’investimento su Acireale e sulla Perla Jonica: vocazione interamente turistico alberghiera comprese le cosiddette villette". Per il rilancio del complesso alberghiero è pronto un investimento di cento milioni di euro.
La Perla Jonica fu costruita nel 1982 e ristrutturata nel 1992. È composta da 459 camere: 229 doppie, 6 suites, 36 junior suites 10 doppie in mansarda, 59 singole in mansarda, 32 appartamenti e 126 residence. Fra i principali sostenitori del progetto c’è l’ex viceministro Adolfo Urso, acese, che aveva incontrato lo sceicco nel corso di una visita istituzionale ad Abu Dhabi. [Informazioni tratte da Corriere del Mezzogiorno - Italpress]

- Lo sceicco Al Hamed conferma l'investimento di 90 mln di euro (Guidasicilia.it, 10/11/10)

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 ottobre 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia