Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Lombardo a tutto campo

Il presidente dimissionario parla del figlio candidato, attacca Lo Bello e riflette sugli scenari politici nazionali

03 ottobre 2012

"Mio figlio candidato? Lo ha deciso da solo, fa politica da quando aveva 14 anni". Così Raffaele Lombardo, intervistato a Palermo nell'ambito del Festival della politica in corso a Villa Filippina, si è difeso dalle critiche per avere schierato in lista Toti Lombardo, 23 anni, alle prossime regionali del 28 ottobre. "Per quanto mi riguarda non sono contrario alla sua candidatura - ha aggiunto il governatore dimissionario - servirà a non disperdere i voti di simpatia e stima verso di me. Mia moglie era contraria, ma alla fine saranno gli elettori a scegliere se è un trota o un tonno".

Lombardo ha anche replicato a muso duro a Ivan Lo Bello, vice presidente nazionale di Confindustria, che aveva giudicato il suo governo "il peggiore della storia". "Lo Bello? Un imprenditore che non è imprenditore - ha detto il presidente della Regione - una delle tante anomalie della Sicilia. L'ho incontrato poche volte, non ricordo che abbia mai sponsorizzato investimenti se non i parchi eolici di Moncada che poco avevano a che fare col lavoro. Non è neppure intervenuto sulla Fiat di Termini Imerese".
Altro fronte caldo, quello del clientelismo. "Non abbiamo assunto nessuno in quattro anni e mezzo - ha detto Lombardo - continuiamo a essere attaccati".
Sull'inchiesta per mafia nei suoi confronti, invece, il governatore ha affermato: "Non penso che un presidente della Regione debba far coinvolgere e investire da un eventuale rinvio a giudizio la carica piuttosto che la persona. Con le dimissioni e con un verdetto, stavolta di condanna o assoluzione perché adiremo al rito abbreviato, questa sentenza investirà il cittadino semplice".

"Un giudizio storico" sul governo Lombardo, comunque, per il presidente dimissionario "andrebbe dato dopo molto tempo". "Io credo che tra mille errori si è voluto dare il segnale della svolta", ha insistito Lombardo.
Poi qualche cenno agli scenari politici nazionali. "Mi auguro - ha sostenuto il presidente - che ci sia un futuro governo nazionale sostenuto da una maggioranza netta, guidata da un politico. Non considero né la mia esperienza né quella di Monti governi tecnici ma politici. Nessun governo tecnico lo è mai veramente, anche Monti fa scelte politiche. Se il futuro presidente metterà dentro dei tecnici, sono cose sulle quali ogni ipotesi è possibile. Ho la sensazione, comunque, che sarà la Sicilia a indicare la rotta e la via nazionale".
E in Sicilia? "Miccichè ha rotto con il passato - ha detto il governatore - mettendosi contro il Pdl. Per questo, come Partito dei siciliani, lo sosteniamo con lealtà e con convinzione. La sua candidatura - ha aggiunto - ha aperto la competizione a tre sfidanti", oltre ad "aver dato vita a un polo sicilianista che è una novità rispetto ai partiti tradizionali". Ma c'è qualche distinguo. "Io non cambierei mai, per nessuna ragione, il nome dell'aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo. Su questo non sono per niente d'accordo con Gianfranco Miccichè".

Dopo le parole di Lombardo Ivan Lo Bello ha replicato annunciando querela. "Ho dato mandato al mio legale di querelare Lombardo per le affermazioni false e diffamatorie".
Lo Bello ha affidato all'agenzia Adnkronos la sua replica al governatore: "Il presidente Lombardo mi sembra un novello Forrest Gump che cammina per la Sicilia e incontra mafiosi scambiandoli per politici". "Le sue parole si commentano da sole - ha detto ancora Lo Bello - Lombardo continua a dire delle falsità. Lui non conosce affatto il mondo dell'impresa perché incontra solo i vari Basilotta. Sono tanti i danni che Lombardo ha fatto in Sicilia spero che i siciliani si siano accorti che devono chiudere questa stagione politica".

[Informazioni tratte da Adnkronos/Ing, Repubblica/Palermo.it]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 ottobre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia