Lurrie Bell in concerto: l'esibizione del grande interprete blues

Coinvolgente esibizione del grande interprete blues

04 luglio 2001

Coinvolgente esibizione del grande interprete blues.

Ieri sera, al giardino di Palazzo Jung, sotto il grande ficus secolare illuminato a tratti dai bagliori lunari e dalle calde luci del palcoscenico, si è esibito Lurrie Bell.  Accompagnato dalla Vampin' Blues Band, il chitarrista e vocalist di Chicago si è esibito con Dave Rice alla tastiera e Raggie Wright alla batteria. Il progetto di questo sodalizio artistico si deve a Willi Samuels, bassista di Junior Wells e Otis Rush, e anche stretto collaboratore di M. Coleman.

Abbigliato secondo i vecchi canoni della forma musicale popolare, Lurrie, quasi in contrasto con lo stile del night moderno del bassista, si è esibito procedendo per iterazioni, frequenze e ritornelli dando spazio anche all' improvvisazione.
Lo spettacolo, di grande impatto sul pubblico per i giri armonici dell'accompagnamento blues, per niente determinati dalle necessità dell'andamento melodico e dalla presenza dei suoni elettrici, è risultato coinvolgente e di richiamo anche per le teste brizzolate e i non addetti ai lavori.

Nel repertorio, tra le altre, anche la tradizionale "Man and the blues" - che raccoglie le risse e le grida degli ubriachi nelle osterie, il riso delle prostitute dei bordelli, il lamento dei mendicanti all'angolo della strada - "Smoke stack lightning", e in conclusione un classico,  "Sweet home Chicago", che ha coinvolto gli spettatori in un generale gioco di mani al ritmo di musica.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 luglio 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia