Meglio Halloween o la Festa dei Morti?

A Gela un premio alle scuole che non aderiscono alla ''moda straniera'' di origine celtica

31 ottobre 2001

La crociata contro una non-tradizione ormai dilagante tra le nuove generazioni - i festeggiamenti per la notte di Halloween - e in difesa di simboli siciliani e tradizioni antiche dell'Isola parte da Gela.

L'assessore comunale alla Pubblica istruzione ha deciso infatti di offrire un milione (in materiale didattico) a tutte le scuole elementari e medie che faranno qualcosa "per scoraggiare l'omologazione alla cultura americana a discapito delle tradizioni locali".

Si vuole dunque evitare che i ragazzini gelesi aderiscano alla moda "straniera" di girare casa per casa per la questua dei dolciumi.

Questo a favore della sicilianissima, splendida e antichissima Festa dei Morti - dove i defunti portano i doni ai bimbi e il giorno dopo i bimbi entrano al cimitero per ringraziare parenti mai conosciuti - da nuovi miti e dalla grande vendita di zucche di plastica, maschere horror, costumi stregoneschi.

"Ho istituto il premio perché credo che la scuola debba lottare contro i processi di omologazione culturale", spiega l'assessore.

A quando una crociata contro la Coca Cola?

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 ottobre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia