Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Movimento 5 Stelle Palermo. Scuola Cavallari: domande senza risposte

12 luglio 2011

Riceviamo e volentieri pubblichiamo...

Ancora una volta ci ritroviamo di fronte ad una dialettica di politica strana, dove le parole cercano di sostituirsi ai fatti.
Vi parleremo di uno spaccato della nostra realtà cittadina.
Siamo nelle II circoscrizione di Palermo e più precisamente nel quartiere Settecannoli.
Parliamo di una scuola elementare e più precisamente della scuola Giafar, succursale della scuola Cavallari.

Correva l’anno 2004 quando con delibera n° 167 del 18/05 si approvava il progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione del plesso Giafar.
Saltando qualche passaggio cronologico, arriviamo al 31/03/2005: appalto di ristrutturazione con spesa prevista di 916.387 euro, tempi previsti per la consegna dei lavori giorno 26/05/2006.

A questo punto della "storia", nasce un contenzioso tra la ditta aggiudicataria dell’appalto e il Comune di Palermo per varie problematiche.
Il 30/11/2007 viene risoluto il contratto d’appalto alla ditta aggiudicatrice. Nel 2008 le sei Aule (su dodici previste) erano perfettamente pronte, mancavano soltanto le certificazioni finali.
Il 05/11/2008 i locali vengono occupati abusivamente da famiglie di sfrattati. Lo sgombro dei locali è avvenuto il 25/08/2009.
Dopo circa un anno l’edificio scolastico diventa oggetto di atti vandalici.
Da quel momento sembra che i lavori progettuali e burocratici non si siano fermati.
Inoltre, si sono creati diversi momenti di sensibilizzazione da parte della gente del posto, della scuola e da circa un anno del MoVimento 5 Stelle di Palermo.
12 ottobre 2009 manifestazione della scuola per le vie del territorio di Settecannoli
18/05/2010 mostra fotografica per sensibilizzare al problema scuola
01/06/2011 mostra dei progetti della scuola con momento di sensibilizzazione sul problema Giafar


Sottolineiamo che a questi momenti si sono sempre intercalati continue corrispondenze con Assessorati, organi di stampa e blog cittadini. Purtroppo evidenziamo che questi momenti di solidarietà e denuncia sono stati spesso ignorati dagli organi di stampa cittadini, di questo non riusciamo a capirne le ragioni.
Ad oggi, noi come cittadini chiediamo soltanto che vengano risolti nel breve tempo ogni problema di natura burocratica e che venga riconsegnata al territorio alla cittadinanza la scuola.
Perché gestire soltanto l’emergenze? Facciamo presente che i bambini le loro famiglie hanno atteso oltre ogni ragionevole tempo.
Fiduciosi che prima o poi, buon senso e buona volontà possano trovare il loro giusto epilogo continuiamo ad andare avanti, sperando nel cambiamento.

- Movimento 5 Stelle Palermo

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 luglio 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia