Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Nasce in Sicilia l'Osservatorio della biodiversità dell'ambiente marino e terrestre

24 maggio 2011

E' stato istituito in Sicilia l'Osservatorio della biodiversità dell'ambiente marino e terrestre. E' questo il risultato di un Accordo di programma tra il dipartimento dell'Ambiente della Regione siciliana, il Consiglio nazionale delle ricerche, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente e l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. L'Osservatorio avrà sede presso l'Istituto per l'ambiente marino costiero del Cnr di Capo Granitola, in provincia di Trapani.
Il Cnr nel 2010 ha acquisito, con un protocollo d'intesa sottoscritto con l'assessorato Territorio e Ambiente, il complesso dell'ex tonnara di Capo Granitola, e ha stipulato con l'assessorato Istruzione e Formazione un accordo quadro, approvato lo scorso 9 febbraio, per l'attuazione di programmi di educazione, formazione, ricerca e sviluppo, tra i cui ambiti di intervento è previsto l'ambiente marino. Per le azioni dell'Osservatorio si prevede anche l'utilizzo, oltre che del centro di coordinamento di Capo Granitola, anche delle sedi degli enti sul territorio regionale. L'accordo di programma è finalizzato a svolgere attività di sperimentazione e ricerca sulla biodiversità nel territorio siciliano, per un uso sostenibile delle risorse naturali e per la valorizzazione delle risorse paesaggistico-ambientali. Le risorse stanziate dalla Regione saranno quelle previste dalla linea di intervento 3.2.1.2 del Po Fesr Sicilia 2007-2013, che ammonta a otto milioni di euro. "La firma di questo accordo di programma - ha spiegato l'assessore al Territorio e Ambiente della Regione siciliana, Gianmaria Sparma - che simbolicamente avviene proprio in corrispondenza della giornata mondiale della biodiversità che si celebra domani (oggi per chi legge, ndr), mira a creare una sinergia tra le migliori competenze e professionalità nel campo ambientale, anche marino. La Regione avrà così, per la prima volta, uno strumento operativo nel campo della ricerca scientifica di rilievo strategico". Per il direttore del Dipartimento Terra del Cnr, Enrico Brugnoli, "l'accordo di programma rappresenta un risultato molto importante sotto molti punti di vista: per la ricerca, la valorizzazione e la conservazione delle risorse naturali e paesaggistiche e il loro uso sostenibile e per la diffusione delle conoscenze scientifiche". "La ex tonnara di Capo Granitola - prosegue Brugnoli - è un ambiente marino e costiero di notevole interesse naturalistico e questo accordo di programma consentirà di realizzare importanti attività di ricerca, osservazione e formazione sulla biodiversità di tutta l'isola. Inoltre, un altro elemento di fondamentale importanza è la posizione strategica che occupa Capo Granitola e che può rappresentare un centro di eccellenza internazionale per questi argomenti, ponendosi come ponte con i paesi del nord Africa". [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 maggio 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia