Nascerà a Parigi la prima 'Casa Sicilia' per promuovere l'immagine dell'isola all'estero

Convegni, seminari, workshop ed altre manifestazioni culturali fra le attività principali della Casa

07 ottobre 2003
Promuovere l'immagine e la cultura siciliana all'estero: questo l'obiettivo della prima "Casa Sicilia" che nascerà a Parigi, al 98 di Boulevard Haussmann.
La casa, come prevede una convenzione con la Camera di commercio italiana per la Francia, sarà aperta dieci ore al giorno per sei giorni alla settimana. Qualche giorno fa, a palazzo d'Orleans,  è stato firmato un accordo tra il presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, e La Gumina presidente della Camera di Commercio italo-francese che prevede proprio la realizzazione della casa.

Convegni, seminari, workshop saranno le sue attività principali mentre il suo obiettivo sarà quello di promuovere la Sicilia, la sua cultura, le sue attività imprenditoriali mettendola al centro di un sistema di relazioni con le istituzioni francesi. Si tratterà di un importante  punto di riferimento per il pubblico francese. Nel progetto degli organizzatori infatti, c'è l'idea di creare  una sorta di caffè letterario dove si organizzano incontri, scambi, occasioni per sviluppare le relazioni commerciali.
La Casa, infatti, si farà promotrice,  almeno una volta l'anno,di  un evento di ampio richiamo nel settore della cultura o della promozione dei prodotti tipici e di qualità. Terrà i contatti con le istituzioni e gli operatori siciliani e francesi, organizzerà mostre, fiere, convegni, conferenze, manifestazioni culturali e commerciali.

Le polemiche, comunque, non tardano ad arrivare. L'associazione " L'altra Sicilia " , infatti, ha precisato che pur apprezzando l'iniziativa non può fare a meno di sottolineare il ritardo con il quale è stata attuata.
La necessità della promozione dell'immagine, della cultura e delle tradizioni dell'Isola è stata sempre posta in primo piano dall' associazione e propagandata ripetutamente dal suo bimestrale "L'Isola e chi si occupa di emigrazione capisce la legittimità di questo organismo e la sua grande rilevanza sulla vita delle nostre comunità all'estero.
L'Altra Sicilia d'altronde aveva proposto in un protocollo sottoposto alla firma dei candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, al punto 9: "la costituzione di case siciliane all'estero con la previsione che il responsabile di ogni singola casa dovrà essere nominato dal presidente della Regione su una rosa di nomi di comprovata capacità e proposta dalla comunità siciliana residente in quel territorio".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 ottobre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia