Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Nel decreto legge Sviluppo ...

Dallo Stato garante per i mutui ai giovani sposi alle pagelle on line, dalle grandi opere allo smaltimento delle lamette da depilazione

20 ottobre 2011

Pagelle, certificati, iscrizioni e pagamento delle tasse scolastiche, tutto avverrà via web per abbattere i costi. E per le giovani coppie sposate senza un lavoro a tempo indeterminato, una 'garanzia' dello Stato per poter accendere un mutuo sulla prima casa. Sarebbero alcune delle novità introdotte dal 'decreto legge Sviluppo' secondo le indiscrezioni che in queste ore stanno emergendo.
Oltre al biglietto elettronico dell'autobus, arriverà anche una borsa dei carburanti, con listini 'almeno settimanali', che sarà regolata dal Gestore dei Mercati Energetici. Alle compagnie petrolifere è previsto il divieto di gestire direttamente gli impianti. Nella bozza sono previsti anche incentivi fiscali per investimenti infrastrutturali. "I soggetti aggiudicatari di nuove opere infrastrutturali comprese in piani o programmi approvate dalle competenti amministrazioni pubbliche, ai fini dell'imposta sulle società, possono dedurre dal reddito di impresa l'equivalente degli aumenti di capitale proprio destinati ad investimenti infrastrutturali". Inoltre, "al fine di favorire lo sviluppo del partenariato pubblico privato nella realizzazione di nuove infrastrutture, in sostituzione totale o parziale del contributo pubblico, può essere attribuita alla società di progetto affidataria della costruzione e gestione dell'opera una quota nel limite massimo del 25%, per un periodo non superiore a 15 anni, del gettito Iva riconducibile al funzionamento dell'infrastruttura oggetto dell'intervento". Sempre riguardo le infrastrutture, verrà introdotto il 'contratto di disponibilità' nella realizzazione di nuove infrastrutture, al fine di introdurre capitali privati e riduzioni dei costi.
Il documento introdurrebbe anche zone a burocrazia zero, in via sperimentale, fino al 31 dicembre 2013. Si tratta di un riferimento alla misura prevista nel decreto legge 78 del 2010, che prevede l'apertura di attività con procedure semplificate, nel meridione.
La bozza istituisce anche l'Ufficio territoriale dei governi, in ciascun capoluogo di provincia "su richiesta della regione d'intesa con gli enti interessati e su proposta dei ministro dell'Interno, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri". "L'ufficio - si spiega - è presieduto dal prefetto e composto da un rappresentante della regione, da un rappresentate della provincia e da un rappresentate del comune interessato".
Nella bozza del decreto legge sviluppo è previsto poi un articolo dal nome 'Certificazione dei debiti della pubbliche amministrazioni' che intende introdurre la misura, già inserita nel decreto di ferragosto al Senato in commissione Bilancio al Senato e poi eliminata dalla versione definitiva. Il testo è in corso di elaborazione ma la norma, si spiega nella bozza, dovrebbe riguardare in generale la possibilità di certificare i debiti purché liquidi, di tutte le pubbliche amministrazioni con le imprese. Inoltre dovrebbe essere previsto che il credito certificato possa essere ceduto a istituti di credito e società di factoring.

Nel decreto Sviluppo "si stanno studiando alcune ipotesi di sostegno a contratti di apprendistato che vogliamo diventino il principale modo per entrare nel mercato del lavoro" ha anticipato poi il ministro del Welfare Maurizio Sacconi al termine di un'audizione alla commissione Lavoro della Camera. Inoltre, Sacconi ha anticipato che nel provvedimento si "vuole favorire il telelevoro ed è allo studio una ulteriore semplificazione della gestione documentale del rapporto di lavoro".
L'assicurazione obbligatoria per le case contro le calamità naturali è un'altra novità prevista. "Al fine di garantire adeguati, tempestivi e uniformi livelli di soddisfacimento delle esigenze di riparazione e ricostruzione dei beni immobili provati destinali a uso abitativo, danneggiati o distrutti da calamità naturali" sarà introdotto un regime assicurativo. L'introduzione dell'assicurazione, si legge, sarà proposta dal presidente del Consiglio, di concerto con il ministro delle Attività produttive e dell'Economia, sentiti la Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e regioni e le province autonome di trento e Bolzano, l'Isvap, che si dovranno esprimere entro trenta giorni. Successivamente sarà acquisito, entro trenta giorni dalla data di trasmissione dello schema, il parere delle commissioni parlamentari competenti.La copertura dei rischi riguarderà terremoti, maremoti, frane, alluvioni e inondazioni. I premi assicurativi saranno correlati anche agli "indici delle diverse aree del territorio ei diversi settori". Saranno inoltre previste franchigie e limiti di indennizzo.

Tutto questo, e molto altro, all'interno della bozza del decreto legge per lo Sviluppo economica anticipata dalle massime agenzie di stampa. Tra le altre novità:
Dismissione degli immobili - Per completare il processo di dismissione degli immobili degli enti previdenziali, gli aventi diritto "possono esercitare il diritto di riscatto nel termine del 31 marzo 2012".
Addio alle pagelle - Dal 2013 non ci saranno più le pagelle di carta: i giudizi 'scolastici' arriveranno solo via web insieme ai certificati. Lo stesso modus operandi è previsto per iscrizioni e pagamenti delle tasse scolastiche. E' quanto si legge nella bozza alla voce che riguarda "le istituzioni scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado".
Professori universitari in pensione a 68 anni - I docenti ordinari degli atenei italiani andranno in pensione due anni prima: la "messa a riposo" viene anticipata dai 70 ai 68 anni.
Certificati on-line anche in caso di malattia dei figli - La digitalizzazione riguarderà anche le assenze da lavoro: "Al fine di assicurare un quadro completo delle assenze nei settori pubblico e privato e un efficace sistema di controllo delle stesse, nonché di semplificare gli adempimenti a carico dei lavoratori, riducendone i costi connessi, in tutti i casi di assenza per malattia del figlio, la certificazione di malattia è inviata per via telematica".
Smaltimento di rifiuti 'particolari' - Siringhe con botulino usate per gonfiare le labbra, aghi da piercing o lamette per depilazione – sempre usati – si potranno trasportare "in proprio, tipo sulla propria auto, fino ad un massimo di 30 kg al giorno sino all’impianto di smaltimento (termodistruzione)". La norma (articolo 57), come anticipato da molti organi di stampa sulle edizioni odierne, riguarda estetisti, acconciatori, truccatori, tatuatori, chi fa piercing, agopunturisti, podologi, callisti, manicure, e pedicure.
Concorsi unici in pubblica amministrazione - "A decorrere dal 1° gennaio 2013 il reclutamento dei dirigenti e delle figure professionali comuni a tutte le amministrazioni pubbliche si svolge mediante concorsi pubblici unici. I concorsi unici – si legge nell’articolo 66 – sono organizzati dal Dipartimento della funzione pubblica previa ricognizione del fabbisogno presso le amministrazioni interessate".
Multe agli albergatori scorretti - I gestori di alberghi e altrestrutture ricettive – compresi campeggi, case per vacanze, affittacamere e bed and breakfast – possono incorrere in sanzioni amministrative da un minimo di 300 euro a un massimo di 1800 euro se violano le disposizioni sulle modalità di registrazione dei clienti alloggiati. I gestori sono tenuti a comunicare i dati dei clienti alle autorità locale di pubblica sicurezza entro 24 ore dall’arrivo e conservare i dati per un anno.
Reciprocità trasporti ferroviari - Alle imprese estere che esercitano servizi ferroviari in Italia saranno applicate le stesse limitazioni previste nei loro paesi rispetto alle imprese italiane che esercitano l’attività nei loro territori. tutto ciò "al fine di garantire l’effettivo e pieno rispetto del principio di reciprocità".
Obbligazioni di progetto – Per realizzare infrastrutture, le società concessionarie potranno emettere obbligazioni che, trattate a livello fiscale come i titoli di Stato, potranno essere sottoscritte solo da investitori professionali o enti di previdenza (pubblici e privati) e saranno nominative. I titoli dovranno "riportare chiaramente ed evidenziare distintamente un avvertimento circa l’elevato profilo di rischio associato all’operazione".
Silenzio-assenso per permesso a costruire - Un provvedimento che farà discutere è quella che riguarda i permessi a costruire. "Se non viene espresso motivato diniego sulla domanda di permesso di costruire entro 90 giorni dalla richiesta, scatta il meccanismo del silenzio-assenso. Cioè il permesso viene accordato. Esclusi però i casi in cui sussistono vincoli ambientali, paesaggistici o culturali".
Stato emergenza per opere strategiche - Confermata la possibilità di deliberare lo stato d’emergenza per le infrastrutture strategiche. Lo si legge nella bozza del dl sviluppo, in cui è precisato che tutto ciò avviene "qualora si evidenzino gravi difficoltà o particolari complessità nella realizzazione". Una volta deliberato lo stato di emergenza, l’attuazione degli interventi può avvenire anche con "ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente". Inoltre il presidente del Consiglio può conferire i poteri di attuazione degli interventi ai commissari straordinari.
Incentivi per fotovoltaico – Agli incentivi al fotovoltaico viene applicato "un correttivo perequativo" a seconda delle zone climatiche "in modo da uniformare il valore dell’incentivo su tutto il territorio nazionale". Tradotto: si prevedono compensazioni per gli impianti delle zone meno assolate, ovvero del Nord. Lo scopo è "il raggiungimento degli obiettivi nazionali per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e della maggiore efficienza in campo energetico".
Meno metri e soldi per affitti pubblici - Nel 2012 e 2013 le strutture periferiche delle amministrazioni centrali dello Stato (immobili demaniali destinati ad uffici pubblici) dovranno "asciugarsi del 10% in termini di metri quadri. E altrettanto dovrà scendere la spesa per il canone di locazione in caso di nuovi contratti". I risparmi realizzati contribuiranno per metà al miglioramento dei saldi di finanza pubblica e per l’altra metà alla contrattazione integrativa.

[Informazioni tratte da Adnkronos/Ign, ANSA, Il Fatto Quotidiano]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 ottobre 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia