Nel paradiso di Ustica arrivano uccelli migratori dalla Scandinavia

26 agosto 2002
L' isola di Ustica, riserva naturale "paradiso" dei sub, sta calamitando uccelli migratori dalle contrade più lontane.

I viaggiatori più tenaci sono risultati tre volatili provenienti dalla Svezia e uno dalla Finlandia, mentre è uno quello giunto dalla Germania, uno dalla Polonia, due dall' ex Cecoslovacchia, altrettanti da Francia e Spagna.

Il censimento si deve ai biologi che per conto della provincia di Palermo, gestore dell' area protetta terrestre, in primavera hanno monitorato i flussi, inanellando (apponendo cioè un cerchietto identificativo) 1.923 individui, appartenenti a 53 specie differenti.

Tra questi esemplari quelli che avevano coperto le distanze maggiori e già contrassegnati in altre stazioni dislocate in vari punti dell' Europa e del nord Africa. Una sezione dello studio è stata dedicata alla migrazione dei rapaci, che ha comportato il rilevamento di 1274 individui, appartenenti a 11 specie differenti.

Sono state individuate cinque nuove tipologie in più, rispetto agli anni scorsi, con l' aumento di specie di migratori che sono approdati a Ustica come meta finale di stazionamento e non più come tappa di transito, come avveniva in passato.

L' incremento di presenze - sostengono i tecnici - è dato dalle ottimali condizioni ambientali e di quiete che gli animali hanno trovato nell' isola, coniugati con un'azione di tutela ambientale condotta nella giusta direzione.
Ustica si è rivelata peraltro importante area per la conservazione dell'avifauna a livello internazionale: delle 215 specie censite nell' isola, la stragrande maggioranza sono protette o addirittura a rischio di estinzione.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 agosto 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia