Nel weekend a Gibilmanna un laboratorio di poesia e luna piena in campagna

21 giugno 2002
Venerdì 21, Sabato 22 e domenica 23 giugno 2002, presso l'Agriturismo Fattoria Pianetti, a Gibilmanna (un incantevole luogo sopra Cefalù, in Sicilia) l'associazione culturale palermitana "Le città Invisibili" ripropone il laboratorio intensivo di scrittura "La poesia che trasforma", condotto da Leonora Cupane, in una versione più lunga (tre giorni, anziché due).

Si lavorerà (e giocherà!) all'aperto, tra boschi e prati, sperimentando la metafora, la rima, la poesia visiva, tattile e sonora, le sculture di parole, lo scambio poetico, ed esplorando forme di poesia meditativa e percettiva, in stretta connessione con l'osservazione della natura.

Non sarà un seminario teorico di lettura, né un laboratorio tecnico-valutativo, bensì un laboratorio artistico il cui scopo è sollecitare la parola poetica come forma di scrittura autobiografica,  sviluppandone le potenzialità autocurative e sperimentandone il legame con altri canali comunicativi non verbali. La poesia infatti è una lingua che nasce dal ritmo corporeo e dalle percezioni, una forma espressiva completa che comprende ed evoca immagini, colore, suono, movimento, sensazioni tattili, interazioni fra i sensi; dunque coltivarla significa ampliare le possibilità della parola, ritrovare una parola "altra", che vada al di là della razionalità fredda come dell'emotività dirompente: una parola concreta, sensoriale, naturale, ricca, e perciò autentica e benefica per lo sviluppo armonioso della persona e risorsa preziosa in momenti di perdita del contatto con se stessi.

Molto valore sarà dato all'ascolto e alla condivisione delle scritture all'interno del gruppo.

Orari: venerdì pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30 (con una pausa); sabato dalle 10 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30 (con una pausa); domenica 10 - 13.00 e 15.30 - 18.30.

Il costo del laboratorio, comprensivo di vitto e alloggio (cena e pernottamento del venerdì; colazione, pranzo, cena e pernottamento del sabato; colazione e pranzo della domenica) è di 127 euro (250.000 lire).

OCCORRE PORTARE CON SE': Un bel quaderno dove scrivere, una penna, delle poesie che si amano particolarmente (almeno una), una torcia per passeggiate poetiche sotto la luna, che sarà piena, la crema per non scottarsi mentre si scrive al sole sull'erba, vestiti comodi e scarpe adatte a camminare in montagna.

La fattoria è a 750 metri d'altezza, dunque la sera fa fresco e occorre equipaggiarsi; il paesaggio è costituito da pascoli e boschi di querce secolari, è un luogo assolutamente pacifico e silenzioso. C'è la possibilità di andare a cavallo. Le camere sono doppie, col bagno, molto sobrie, semplici. La cucina è casalinga e buona, a richiesta anche vegetariana.

INFO
tel. 091-33.38.40 oppure 339-65.87.379

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 giugno 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia