Nell'altezza la verità sul bandito Giuliano

Lo scheletro riesumato dalla tomba di Montelepre è alto 1,70, dai documenti risulta che Giuliano era 1,64, i parenti dicono che era 1,80...

03 novembre 2010

Salvatore Giuliano, meglio conosciuto come "Turiddu 'u banditu, re di Montelepre", nel 1943 era alto 1 metro e 64 centimetri. Lo attesta quello che sembra possa essere l'ultimo documento di identità rilasciato all'età di 21 anni, pochi mesi prima che si desse alla macchia. Una fotocopia della carta di identità di Giuliano rilasciata dal comune di Montelepre con il numero identificativo 7988129 si trova oggi a Siracusa nelle mani del professore Bruno Ficili, il docente più volte candidato al premio Nobel per la pace, che l'ha avuta diversi anni fa dal sociologo Danilo Dolci, con il quale ha collaborato più volte, autore di diverse indagini e saggi sul fenomeno del banditismo.
Lo scheletro riesumato, giovedì scorso, dalla tomba di Salvatore Giuliano nel cimitero di Montelepre, sarebbe di un uomo alto un metro e settanta. Un dato, secondo indiscrezioni, che emergerebbe dalla misurazione delle ossa lunghe effettuata dall'equipe di medici legali incaricati dalla Procura di Palermo che, sulla morte di Giuliano, ha aperto un'indagine per omicidio e sostituzione di cadavere. L'altezza che sarebbe stata accertata dai tecnici contrasterebbe, dunque, con quella del bandito sia seconda la descrizione di Giuliano fatta dai familiari del bandito (secondo i quali era alto almeno un metro e ottanta), sia dall'allatezza che risulta dal documento in mano del prof. Ficili.

"Dalle tantissime fotografie in mio possesso
- ha spiegato il nipote di Turiddu Giuliano, Giuseppe Sciortino - si evince con chiarezza che mio zio superava il metro e 70. Ad esempio, in una è accanto a uno dei suoi fratelli che era un metro e 77 ed è evidente che è di gran lunga più alto".
Per il prof. Bruno Ficili: "Questo documento, che avrò adesso cura di consegnare alle autorità di polizia, penso possa dare un contributo al chiarimento della vicenda sull'effettiva statura di Salvatore Giuliano, elemento sin qui controverso stando a quanto ho appreso dai giornali. Questa fotocopia faceva parte di un allegato a una ricerca sul banditismo che Danilo Dolci, che ho avuto l'onore di ospitare più volte a Siracusa in occasione dei seminari sull'educazione alla pace e con il quale ho a lungo collaborato e del quale sono stato amico, mi ha voluto regalare diversi anni fa".
Sul documento è scritto espressamente dalle autorità comunali di Montelepre che Giuliano all'epoca era alto 1,64 centimetri. "Questa indicazione - ha concluso il professor Ficili - è in linea con alcune testimonianze raccolte anni fa, in tempi non sospetti, anche da altre persone di Montelepre che ho incontrato negli Stati Uniti e che da ragazzi avevano avuto quotidiani rapporti di frequenza con Salvatore Giuliano".

[Informazioni tratte da Ansa, La Siciliaweb.it]

- Vi vogghiu cuntari la storia du banditu Giulianu... (Guidasicilia.it, 16/10/10)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 novembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia