Nelle tavole italiane in festa, tanti buoni prodotti nazionali. Un Natale a tavola rigorosamente Made in Italy

27 dicembre 2006

Quanto è costato imbandire la tavola natalizia che dalla Valle d'Aosta arriva giù fin oltre lo Stretto di Messina? Quasi tre miliardi di euro!
Secondo le stime elaborate dalla Coldiretti, tanto sono costati agli italiani il cenone della vigilia e il pranzo di Natale: soldi spesi al 95% per mangiare in casa con parenti e amici.

Secondo l'associazione agricola, che stima il costo esatto dei due pasti in 2,87 miliardi di euro, gli italiani quest'anno sono stati attenti ad evitare alcune pietanze d'importazione particolarmente costose come salmone, ostriche e caviale (gli acquisti sono calati del 15%), ma alla fine hanno sborsato comunque l'8 per cento in più rispetto alle feste del 2005 mangiando Made in Italy.
La preferenza, infatti, è andata a menù a base di prodotti o ingredienti nazionali con una spesa stimata - sottolinea sempre la Coldiretti - in oltre 950 milioni di euro per carni o pesce, di 550 milioni per primi piatti e condimenti, di 600 milioni per dolci con gli immancabili panettone, pandoro e panetteria, 300 milioni per vini e spumanti, 250 milioni per salumi e formaggi e 220 milioni per frutta fresca o secca.
La Coldiretti rivela ancora come anche il Natale 2006 ha confermato la tradizionale riscoperta del legame della festa con i prodotti del territorio. Particolare successo avrebbero riscosso infatti le ricette regionali del passato: dai cappelletti in brodo della Romagna al cappone in Piemonte, dai canederli in Trentino alla minestra di cardi in Abruzzo, dalla brovada e muset con polenta in Friuli, alle scillatelle in Calabria, dal pandolce in Liguria alla pizza de Natà nelle Marche e le molte altre specialità presenti in tutta la Penisola.

Il Natale, sostiene la Coldiretti, è ''un appuntamento che, nonostante i profondi cambiamenti negli stili di vita è fortemente radicato nella popolazione, come dimostrano gli spostamenti per tornare nei luoghi di origine e ritrovare i gusti, i sapori ed i territori dei quali è mantenuto saldo nel tempo il ricordo''.

- www.coldiretti.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 dicembre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia