Oggi e domani la cornucopia alimentare siciliana si riverserà su Monreale (PA)

La Giornata Nazionale del Ringraziamento metterà in mostra le bontà di un'intera isola

08 novembre 2003
Dalla pantofola di Lercara Freddi (PA), il dolce tipico della cittadina del palermitano ripieno di pasta di mandorla, ai pistacchi di Bronte (CT). Dai paté di peperoni, melanzane e olive dell'agrigentino al passito di Pantelleria, alle foglie di cappero sotto sale.

A Monreale, da domani mattina fino a domenica sera, per la "Giornata Nazionale del Ringraziamento", nella piazza antistante il Duomo, sarà esposto il meglio della produzione agricola siciliana a cura della Coldiretti regionale. Non mancheranno i formaggi: dal piacentino di Enna al Ragusano Dop, che potranno essere gustati anche con alle migliori produzioni di miele o marmellata.

I visitatori potranno conoscere il salame dei Nebrodi e pasteggiare con un buon cerasuolo di Vittoria o scegliere un altro vino dal ventaglio di offerte siciliane. Dall'ennese arriveranno anche le famose fave di Leonforte, la carne e uova di struzzo, alimenti di nicchia che rappresentano una diversificazione produttiva preferita dai giovani imprenditori. Non mancheranno il liquore di fichi d'india, e la malvasia. Da tutte le province le migliori produzioni di olio siciliano e il ''sapone degli dei''. Il detergente prodotto dall'olio d'oliva extravergine realizzato secondo la più antica tradizione del ragusano.

Arance rosse di Catania e arance bionde di Ribera, uva da tavola, fichi d'India di S. Cono, limoni di Siracusa, insieme al pomodoro di Pachino e di Gela, costituiscono il paniere di frutta e ortaggi che grazie ai riconoscimenti comunitari difendono sempre di più la qualità unica siciliana.

Fonte: Ansa Agroalimentare Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 novembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia