Omaggio a Joseph Beuys

Gibellina gli dedica un ''Sacro Bosco''

27 agosto 2001
Il Comune di Gibellina, all'interno della rassegna Orestiadi 2001, rende omaggio al maestro tedesco Joseph Beuys, con un'installazione dal titolo 'II Sacro Bosco di Beuys'.

Il progetto è stato inaugurato con la cerimonia di piantagione della prima quercia. Nell'area dove sorgeva la baraccopoli di Gibellina, adiacente lo spazio in cui oggi è collocato il Cretto di Alberto Burri saranno piantate trecento querce.

Nel Natale del 1981 Joseph Beuys visitò Gibellina e rimase affascinato dalla forza evocativa dei ruderi dell' antica città distrutta dal terremoto del 1968, tanto da immaginarvi la costruzione di un' installazione riferibile alla sua idea di "Architettura Universale ed Umana", volta alla salvaguardia della natura e alla difesa dell' uomo.

Il progetto rimase incompiuto a causa dell'improvvisa scomparsa dell'artista avvenuta nel 1986. Gibellina, così come la Biennale di Venezia e la Repubblica di San Marino, che dedicano a Beuys una serie di iniziative, con il Sacro Bosco di Beuys si inserisce all'interno delle manifestazioni culturali di respiro internazionale che celebrano l'opera ed il pensiero del maestro tedesco.

L'articolato progetto del Sacro Bosco prevede altre manifestazioni dedicate a Beuys, quali la mostra fotografica "Immagini e Pensieri, Beuys a Gibellina", con foto di Mimmo Jodice. La mostra, inaugurata il 3 agosto 2001, durerà fino al 15 settembre.

Al maestro tedesco è stata anche dedicata una nuova piazza, nel centro di Gibellina.


Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia