Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Omicidio Ingarao: confermati i 5 ergastoli per i killer

Si tratta dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, Andrea Adamo, Francesco Paolo Di Piazza e Vito Mario Palazzolo

11 luglio 2012

La corte d'assise d'appello ha condannato all'ergastolo i boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, Andrea Adamo, Francesco Paolo Di Piazza e Vito Mario Palazzolo, per l'omicidio del capomafia palermitano Nicolò Ingarao, assassinato il 13 giugno del 2007 da un commando di killer. I cinque imputati sono già stati condannati al carcere a vita in primo grado.
Per il delitto sono stati processati separatamente anche i pentiti Gaspare Pulizzi e Andrea Bonaccorso, che hanno raccontato agli inquirenti movente e dinamiche dell'agguato. Ingarao, reggente del mandamento di Porta Nuova, venne ucciso all'uscita dal commissariato dove, come ogni giorno, era andato per adempiere all'obbligo di firma. Pulizzi e Bonaccorso lo affiancarono in moto e gli spararono. La vittima tentò la fuga ma venne finita con un colpo alla nuca.

La morte del boss fu decisa qualche mese prima dai Lo Piccolo per dare una lezione a Nino Rotolo, boss di Pagliarelli, di cui Ingarao era fedele alleato. "Dovevamo intervenire in macchina e poi sparare con i fucili a pompa o dei kalashnikov - raccontò Bonaccorso ai magistrati - Doveva essere una lezione in grande stile. Poi, considerata anche la zona, i Lo Piccolo preferirono le moto e le pistole”.
Bonaccorso riferì anche i “festeggiamenti” dopo l'omicidio. "Ci siamo visti a casa di Di Piazza dove abbiamo posato le armi - disse - Eravamo tutti molto contenti. C'erano anche Sandro Lo Piccolo, Vito Palazzolo, Andrea Adamo. Ci siamo abbracciati e complimentati a vicenda perché era andato tutto bene. In particolare Adamo era felice di come mi ero comportato, avevo avuto sangue freddo. Per me era la prima volta". [Fonte: Corriere del Mezzogiorno]

- La mafia torna a sparare (Guidasicilia.it, 14/06/07)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 luglio 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia