Pacco "bomba" sulla A/20: forse è un avvertimento

Ritrovata ieri una scatola con otto candelotti riempiti di polvere pirica tra gli svincoli di Santo Stefano di Camastra e Tusa

10 giugno 2011

Ieri, intorno alle 13,30, una scatola con dentro otto candelotti riempiti di polvere pirica (materiale utilizzato per i giochi d'artificio) è stata trovata lungo l'autostrada A 20 Messina-Palermo. La scatola è stata scoperta dal personale del Cas a ridosso di una piazzola di servizio del Consorzio in cui c'è anche una cabina elettrica. L'esplosivo, privo di innesco, è stato posizionato tra l'uscita della galleria Guardia e l'omonimo viadotto.
Scattato l'allarme il tratto di A/20 tra Santo Stefano Camastra e Tusa è stato chiuso al transito in entrambe le direzioni per consentire l'intervento degli artificieri. Solo qualche ora dopo è stato scoperto che i candelotti non potevano causare molti danni. Per questo il campo delle ipotesi si restringe ad un avvertimento o nei confronti di personalità che quotidianamente transitano sulla tratta autostradale, oppure contro lo stesso Consorzio che da mesi è al centro di polemiche riguardanti i mancati interventi di manutenzione.
"Le prime notizie, che ipotizzavano la presenza di candelotti di dinamite - ha detto il procuratore di Mistretta Luigi Patronaggio - ci hanno molto allarmato. Gli artificieri, che hanno fatto il primo sopralluogo, ci hanno in parte tranquillizzati: resta comunque un gesto grave che è tutto da interpretare".

[Informazioni tratte da Lasiciliaweb.it, Ansa, Repubblica/Palermo.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 giugno 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia