Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Parte da Enna ''VERSO SUD'', un vero e proprio tour della legalità

07 giugno 2005

Un vero e proprio tour della legalità nell'ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) ''Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d'Italia'' 2000/2006, dal titolo VERSO SUD, parte dall'Autodromo di Pergusa, il prossimo 9 giugno 2005, co-finanziato dall'Unione Europea, patrocinato e realizzato dal Ministero dell'Interno come patrimonio di risorse interforze per lo sviluppo di una vera cultura della Sicurezza e della Legalità al Sud.

Il programma Operativo Nazionale "Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d'Italia" 2000-2006, è una delle più complete operazioni sul piano della sicurezza mai effettuate nel nostro Paese, ed è attuato con la collaborazione di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato e Polizia Penitenziaria. Il Tour toccherà le sei regioni del Sud, particolarmente esposte nella lotta al crimine organizzato e in forme di degrado del tessuto socio-economico. L'obiettivo è creare condizioni di sicurezza e stabilità istituzionali nel Sud Italia, uguali o paragonabili al resto del Paese. Un impegno che si sta realizzando attraverso l'acquisizione di nuove tecnologie in dotazione alle Forze dell'Ordine e la realizzazione di progetti in ambito sociale che contribuiscono alla diffusione della legalità del Sud d'Italia. Una sfida importante. Perché maggior sicurezza significa anche sviluppo economico, occupazione giovanile, un rapporto più lineare e trasparente con le istituzioni, e soprattutto migliore qualità della vita.

La tappa di Pergusa sarà caratterizzata da una serie di manifestazioni particolari.
Alle ore 11.00 presso la sala cinema ubicata nell'autodromo, si terrà l'incontro-conferenza stampa ''Crescere sicuri: i giovani e la legalità'', che avrà come relatori l'on. Roberto Centaro, presidente della Commissione Nazionale Antimafia, il dott. Giovanni Ricevuto, vice Ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca e la dott.ssa Caterina Chinnici, Procuratore Capo della Procura dei Minori presso il Tribunale dei Minorenni di Caltanissetta.
Un'occasione di grande prestigio per discutere un tema delicato che interessa le famiglie e la società civile, e che permetterà ai giornalisti invitati di addentrarsi nelle coordinate più specifiche relative alle varie tappe del Villaggio.

I 2.200 studenti delle scuole elementari e medie di Enna saranno i protagonisti di aree ed eventi specifici nell'ambito di questa prima tappa del Programma Operativo targato 2005.
Gli studenti assembleranno un puzzle di 160 pezzi con i volti dei giudici Falcone e Borsellino, giocheranno al gioco in grandezza naturale ''la strada della Legalità'' e si esibiranno in un coro dove tutti potranno cantare l'inno di Mameli.
Senza dimenticare l'ausilio di personaggi popolari, della cultura e dello spettacolo, che saranno premiati all'interno del Villaggio per come hanno saputo conciliare temi artistici e di riflessione nazionale con gli aspetti più specifici dell'intrattenimento. Diventando così testimoni viventi di una nuova forma di socialità che mira alla costruzione di valori, piuttosto che alla devianza più o meno consapevole.

Ma non saranno i giovani, gli unici interlocutori delle autorità collegate alle cinque Forze dell'Ordine. Rappresentanti delle istituzioni, del privato sociale e del volontariato, docenti ed operatori scolastici si daranno appuntamento, per confrontare esperienze, discutere di argomenti di grosso impatto sociale, interagire in maniera più serena e meno ''emergenziale'' con tutte le risorse, umane, multimediali e tecnologiche, che ogni giorno vengono utilizzate sulle nostre strade, nelle nostre città per garantire maggiore tranquillità sociale e rispetto dei diritti.
Il Villaggio sarà, insomma, un vero e proprio percorso composto da stand, allestimenti particolari, aree di visita, spazi di incontro e discussione, e tutto per creare un rapporto più ravvicinato, sereno e trasparente fra cittadino e istituzioni preposte al rispetto della legge e dei diritti.

Ad Enna sarà girata la prima puntata di una specifica trasmissione televisiva (sei puntate, una per città ospite), dal titolo VERSO SUD, trasmessa sul circuito privato nazionale Cinquestelle e sul canale 871 di SKY in Europa, tutta dedicata all'evento, attraverso le realtà paesaggistiche, artistiche, sociali, giovanili della zona.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 giugno 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia