Paura Etna: disertate dai turisti le spiagge siciliane

Primi bilanci negativi per la stagione balneare in corso

02 agosto 2001

Molto apprezzate quest'anno le spiagge sarde, disertate invece quelle siciliane a causa dell'Etna in eruzione.

Tengono il passo le stazioni balneari del centro Italia, mentre si consolida lo stile del viaggio "mordi e fuggi" sia per gli italiani che per gli stranieri: i grandi pienoni si registrano così soprattutto durante i week-end. Questa la fotografia scattata a mezza estate dal Sindacato Italiano Balneari (SIB), che ha intervistato un campione di 750 gestori di stabilimenti balneari italiani.

I primi due mesi estivi registrano una decisa tendenza al rialzo dei turisti da spiaggia rispetto al 2000. Presi d'assalto alberghi e lidi in Sardegna (con un incremento rispetto al 2000 del 20%), Riviera romagnola (+15%) e Campania (15%).

Mentre in Calabria si registra soltanto una leggera flessione, un segnale nettamente negativo viene dalla Sicilia, che accoglie quest'anno il 15% di turisti in meno rispetto alla passata stagione: qui l'Etna che non accenna a diminuire l'attività eruttiva sta tenendo lontani i turisti e provocando cancellazioni negli alberghi e nelle strutture delle località più note, a cominciare da Taormina.

Il turismo di quest'estate 2001 tende, come ha rilevato Scarselli, presidente del SIB, "a selezionare gli stabilimenti balneari in base ai servizi ed alla qualità offerti, considerando elementi determinanti i prezzi".

L'elemento economico caratterizza anche la scelta di uno stile di turismo "mordi e fuggi" che, se fino a pochi anni fa era prevalentemente degli italiani, ora sta diventando sempre più internazionale: anche gli stranieri infatti prenotano sempre più spesso per pochi giorni, specie durante i week-end, quando si registra il tutto esaurito.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia