Per gli uffici pubblici diventa obbligatorio fotocopiare su carta riciclata

Il nuovo decreto del Ministero dell' Ambiente e della Tutela del Territorio

08 agosto 2003
Obbligo di fotocopie su carta riciclata per gli uffici pubblici. Ma non solo: la ''spesa'' in materiale riciclato per gli enti pubblici riguarderà anche le divise dei vigili e operatori ecologici, i mobili per ufficio, gli articoli di cancelleria.

Lo prevede il decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, che stabilisce che uffici pubblici, società a prevalente capitale pubblico, società di gestione dei servizi coprano il fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti in materiale riciclato nella misura del 30%.

''In questo modo ha sottolineato il Ministro dell'Ambiente Altero Matteoli- si crea un mercato per tutti quei prodotti ottenuti da materiale riciclato e prende il via un percorso virtuoso nella gestione dei rifiuti che parte dalla raccolta differenziata''.
Dovranno essere le regioni ad adottare tutte le disposizioni destinate agli uffici e agli enti che devono utilizzare beni e manufatti in materiale riciclato e ad aggiornare l' elenco dei destinatari.

Per facilitare gli acquisti viene istituito un Repertorio del riciclaggio, un vero e proprio ''catalogo'' dei beni riciclati sul mercato, che contiene l'elenco degli articoli in materiale riciclato, la disponibilità sul mercato e il prezzo. Il repertorio del riciclaggio è tenuto dall' Osservatorio Nazionale dei Rifiuti.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 agosto 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia