Per i 150 anni dell'Unità d'Italia 50 scuole della città scelgono il valore della Costituzione: "500 bandiere per Librino"

15 novembre 2010

Cinquanta scuole in rete per affermare il Valore della Costituzione. Antonio Presti, presidente della Fondazione Fiumara d’Arte, ha coinvolto istituti di ogni ordine e grado della città nel progetto didattico per l’anno scolastico 2010/2011 "La Bellezza della Costituzione" che sarà presentato domani, martedì 16 novembre 2010 alle ore 11.00 nella sede del liceo classico Cutelli di Catania di via Firenze 202.
Da maggio a settembre 2011 torneranno a sventolare sui pali della luce dell’asse dei servizi, tra l’aeroporto Fontanarossa e Librino, le bandiere realizzate dagli studenti della 50 scuole coinvolte.
"Il messaggio che arriva dal dono delle 500 bandiere è un messaggio forte, di cittadinanza, di voglia di legalità. È un invito esplicito alla riflessione. I visitatori che passeranno dall’asse dei servizi si domanderanno chi ha realizzato le bandiere e perché. Sapranno così che i ragazzi di Catania hanno voluto inviare un messaggio autorevole legato al valore della Costituzione Italiana e ai festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia" sottolinea Antonio Presti.
Il messaggio di solidarietà degli studenti si diffonderà attraverso il linguaggio artistico della pittura e giungerà anche nei luoghi di sofferenza. Per l’anno scolastico 2010/2011 la Fondazione Fiumara d’Arte ha rinnovato l’intesa con l’azienda ospedaliero-universitaria "Policlinico Vittorio Emanuele" per la realizzazione ad aprile 2011 di una mostra permanente nei locali della struttura sanitaria. Le bandiere diventeranno opere d’arte, dedicate a chi vive un momento di sconforto e ha bisogno di una parola o di un gesto di solidarietà.

Parallelamente al linguaggio pittorico gli studenti utilizzeranno il linguaggio fotografico per sviluppare i temi della Costituzione e dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Antonio Presti, infatti, vuole instaurare una nuova collaborazione con le scuole per la realizzazione del museo fotografico di Librino "Terzocchio Meridiani di Luce". Il grande museo dell’immagine coinvolgerà 30.000 persone della città: sarà un archivio sociale che avrà un grande impatto emotivo. Al fianco di Antonio Presti e della Fondazione Fiumara d’Arte ci saranno due grandi maestri: il fotoreporter iraniano Reza e il light designer Pepi Morgia. Più di venti fotografi siciliani under 40 stanno collaborando alla realizzazione delle immagini seguendo le centinaia di bambini protagonisti del progetto. Insieme creeranno una grande macchina di Bellezza.
Alla conferenza stampa prenderanno parte il presidente della Fondazione Fiumara d’Arte, Antonio Presti, il dirigente scolastico del liceo classico "Cutelli", Rosetta Camilleri, il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria "Policlinico Vittorio Emanuele", dottor Armando Giacalone, il fotoreporter iraniano Reza, il light designer Pepi Morgia, la coordinatrice artistica del museo Cristina Bertelli, il presidente della IX Municipalità Loredana Gioia, il docente di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Catania, Ettore Palazzolo, che terrà per gli studenti del liceo classico una lezione sulla Costituzione. [www.librino.org]


Antonio Presti insieme all'artista Mauro Staccioli

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 novembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia