Per oggi un ''Invito a Palazzo''. A spasso tra i bei palazzi italiani del denaro

Una visita gratuita per i gioielli architettonici spesso sedi degli istituti di credito

20 settembre 2003
Sono oltre cento palazzi, gioielli architettonici e artistici, spesso sedi degli istituti di credito, protagonisti dell'iniziativa ''Invito a Palazzo'', appuntamento che si terrà oggi, 20 settembre, in tutta Italia.
Gratis, si potranno ammirare testimonianze d'età romana, esempi di possente architettura rinascimentale ed elegante architettura settecentesca, ma anche le più recenti espressione dell'architettura moderna.

Organizzata dall'Abi (Associazione bancaria italiana), l'iniziativa ''Invito a Palazzo'' è alla seconda edizione e coinvolgerà 54 istituti in 61 città. Quest'anno - ha detto il presidente dell'Abi, Maurizio Sella - si potranno ammirare 30 nuovi palazzi mai aperti al pubblico prima d'ora''.
I Chigi, i Medici, i Peruzzi, i Portinari sono i nomi dei grandi banchieri del passato che hanno spesso coinciso con quelli dei committenti d' arte piu' generosi. Eredi consapevoli di questa tradizione e moderni mecenati sono oggi gli Istituti di Credito, da sempre impegnati in interventi di promozione, conservazione e tutela del patrimonio storico artistico italiano. Lo scorso anno con ''Invito a Palazzo'' piu' di 50.000 italiani hanno varcato la soglia di oltre 90 palazzi normalmente chiusi al pubblico, perché sedi di lavoro delle banche, in una sessantina di città in tutta Italia. Tra i palazzi piu' visitati Palazzo Altieri a Roma, Palazzo Carafa a Napoli e Palazzo De Ferrari a Genova, con un' affluenza di oltre 2.000 persone rispettivamente.

Oltre a Palazzi ricchi di storia, sveleranno i loro segreti anche antiche dimore immerse tra boschi e vigneti, poderi in cui riecheggiano gli echi di una centenaria tradizione, tenute con case in pietra incastonate tra viottoli inargentati dagli olivi, sospesi nel silenzio e nei profumi della campagna.

I palazzi saranno aperti al pubblico gratuitamente dalle 10.00 alle 18.00. L'alto Patronato è del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali.


Questi i Palazzi che potranno essere visitati in Sicilia

CATANIA
Villa Scammacca, sede della  Banca Antonveneta. Viale Vittorio Emanuele, 172

PALERMO
Palazzo Branciforte, sede del Banco di Sicilia. Via Bara a l’Olivella, 2 
Villa Zito, sede Banco di Sicilia. Viale della Libertà, 52 

SIRACUSA
Palazzo del Banco, sede del Banco di Sicilia. Piazza Archimede, 7

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia