Pioggia di premi internazionali sul film tv Rai ''Il figlio della Luna'' ispirato alla vita di Fulvio Frisone

18 giugno 2007

Fa il pieno di riconoscimenti internazionali il film della Rai ''Il figlio della luna'', ispirato alla figura del fisico tetraplegico catanese Fulvio Frisone e che narra la lotta di sua madre Lucia per garantirgli una vita normale. Nei giorni scorsi, quasi in contemporanea, il film (presentato in anteprima nel teatro Sangiorgi di Catania il 19 febbraio scorso) ha ricevuto a Montecarlo il premio speciale Amade-Unesco e, nel tredicesimo Festival internazionale di Shangai, il riconoscimento per la miglior regia televisiva.
''E' stato un momento commovente - ha raccontato Lunetta Savino, che con l'altro protagonista, Paolo Briguglia ha ricevuto il premio monegasco dalle mani della presidente della giuria, la signora Khadja Nin Ickx - anche perché questo è il ruolo più importante che abbia mai fatto, quello di un'autentica madre coraggio. E voglio ringraziare Lucia Frisone di avermi aiutata''. Anche Briguglia ha spiegato di aver ricevuto da Fulvio Frisone un grandissimo aiuto: ''Sono rimasto per due fine settimana a casa sua a Catania e sono rimasto a bocca aperta: io, che posso muovermi liberamente, non riesco a fare tutte quelle cose''.

Nel corso della cerimonia di consegna, svoltasi alla presenza del principe Alberto di Monaco, la signora Nin Ickx ha sottolineato come il premio vada inteso come dedicato alla lotta di tutte le mamme del mondo. ''Sono onorata - ha detto Lucia Frisone, che ha anche collaborato alla sceneggiatura del film - delle parole della signora Nin Icks, e rinnovo l'appello ai familiari di disabili a non arrendersi mai. Soltanto quando storie come quella di mio figlio saranno la norma e non l'eccezione, potremo dire di aver vinto la nostra battaglia di civiltà''.
A Shangai, Giancarlo Albano, regista della fiction Rai, ha invece ritirato il premio per la miglior regia televisiva. ''Raccontare - ha detto Albano - questa vicenda umana, questa grandissima battaglia civile, era molto complicato, anche per la straordinaria vitalità dei protagonisti. E' stata la cosa più difficile che abbia mai fatto, ma questi risultati, di cui devo ringraziare gli attori ma anche Fulvio e Lucia Frisone, mi ripagano di tutto''.

Continua intanto la vicenda scientifica dello scienziato Frisone il quale, reduce dai congressi internazionali di Nizza e Istanbul, è impegnato nella organizzazione del congresso internazionale di Fisica nucleare di Catania, previsto per il prossimo ottobre, e nell'avvio dell'attività di ricerca del centro di Melilli (SR).
''Credo che questi premi - ha commentato Salvo Fleres, presidente della Fondazione Frisone - rappresentino un ottimo auspicio per gli esiti dell'attività del nostro istituto di ricerca, che, grazie all'impegno e alla genialità di Fulvio Frisone, intende fare della difesa del territorio e della ricerca di fonti di energia pulita la propria bandiera''.

- www.fondazionefrisone.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 giugno 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia