Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare

E sono quattro! Johnny Depp e sempre bravo e divertente ma Pirati dei Caraibi è oramai un marchio più che un film

18 maggio 2011

Noi vi segnaliamo...
PIRATI DEI CARAIBI: OLTRE I CONFINI DEL MARE
di Rob Marshall

Questa volta Jack Sparrow si allea con una bella avventuriera senza scrupoli, Angelica, che è in cerca della mitica Fontana della Giovinezza. I due però non sono i soli interessati a questa 'caccia al tesoro', ma dovranno fare i conti con il pirata Barbanera...

Anno 2011
Tit. Orig. Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides
Nazione USA
Produzione Jerry Bruckheimer Films, Walt Disney Pictures
Distribuzione Walt Disney Studios Motion Pictures, Italia
Durata 137'
Regia Rob Marshall
Sceneggiatura Ted Elliott e Terry Rossio
Ispirato al romanzo "Mari Stregati" di Tim Powers (Fanucci Editore)
Con Johnny Depp, Penélope Cruz, Geoffrey Rush, Ian McShane, Kevin McNally, Astrid Berges-Frisbey
Genere Avventura
Specifiche tecniche Disney Digital 3D


In collaborazione con Filmtrailer.com

La critica
"Sconclusionata, faticosa, antiquata quarta punta dei Pirati dei Caraibi (...). Con un Johnny Depp ormai di routine, una decorativa Penelope Cruz (...)"
Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero'

"Dobbiamo confessarvi un entusiasmo piuttosto contenuto per questa saga, e soprattutto una totale confusione tra un film e l'altro. Per cui ci è sembrato di vedere un assemblaggio di scene scartate dai 3 film precedenti."
Alberto Crespi, 'l'Unità'

"E se, con tutto il rispetto, si cominciasse a dire che, giunto alla quarta puntata, Pirati dei Caraibi ha rotto i (scelga il lettore cosa mettere al posto dei puntini) ...? Certo, è un kolossal per costi, tempi di lavorazione, tecnologia in 3D, con un cast stellare e un regista, Rob Marshall, abbonato agli Oscar. Certo, il décor dato dai paesaggi è splendido, le Hawaii, i Caraibi, Portorico, l’Old Royal Naval College di Greenwich, Knole House a Sevenoaks nel Kent, come i costumi (...) E tuttavia, l’effetto noia è dietro l’angolo: la storia è diversa rispetto alle puntate precedenti, ma in fondo è sempre la stessa, il ritmo è talmente convulso che ogni dieci secondi cambia l’azione, la musica è assordante, Johnny Depp moltiplica a dismisura facce, smorfie, tic, sculettamenti, non si capisce mai bene chi insegua chi, chi cerchi cosa, da dove si parta, dove si arrivi..."
Stenio Solinas, 'il Giornale'

"Rob Marshall riporta tutti gli elementi - cappa e spada, scenari spettacolari, l'autoironia di Johnny Depp - eppure siamo molto lontani dalla freschezza e dal fascino originale dei Pirati del 2003."
Tim Grierson, 'Screen Daily'

Fuori concorso al 64mo Festival di Cannes (2011)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 maggio 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia