Precipitano con l'auto nel torrente Mazzarrà (ME)

Muoiono una madre e i suoi due figli di ritorno dalle compere natalizie

23 dicembre 2008

Sono morti intrappolati nella loro auto precipitata in un torrente. E' successo ieri sera a Terme Vigliatore, in provincia di Messina. Le vittime sono una madre e i suoi due figli: Anna Maria Coppolino, 47 anni, Antonella e Rosario Trifiletti, rispettivamente 14 e 18 anni.
I tre stavano tornando a casa dopo un pomeriggio di compere natalizie, quando la macchina sulla quale viaggiavano è finita nel torrente Mazzarrà, in un tratto di strada che era ceduto nelle scorse settimane a causa del maltempo.
La procura di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, ha aperto un'inchiesta per accertare se il cedimento della strada fosse ben segnalato e il traffico interrotto.

A scoprire l'auto finita in un terrapieno in calcestruzzo è stato un automobilista che stava passando di lì ieri sera. Nel frattempo, i familiari delle vittime, allarmati dal mancato rientro a casa, avevano denunciato la scomparsa.
Le operazioni di recupero dei corpi hanno richiesto alcune ore.

Ancora poco chiare le cause dell'incidente. Secondo le prime ricostruzioni, l'auto stava percorrendo la strada lungo l'argine del torrente che porta sul litorale di Marchesana, quando è precipitata. Un tratto della strada era stato transennato nelle scorse settimane, dopo il crollo dell'argine del Mazzarrà. Invece, sembra che nel punto in cui si è verificato l'incidente non ci fossero segnalazioni evidenti di pericolo. L'incidente ricorda un'altra tragedia avvenuta la notte dell'1 marzo del 1993 a pochi chilometri di distanza, sempre a Terme Vigliatore. In quella occasione quattro persone persero la vita precipitando dal Ponte Cicero parzialmente crollato per il maltempo.

Il sostituto procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Domenico Musto, ha ordinato il sequestro della macchina e fatto eseguire rilievi fotografici sul luogo dell'incidente. Nei prossimi giorni toccherà a un ingegnere accertare la dinamica. Bisognerà poi stabilire se si possa individuare la responsabilità di chi non ha impedito il transito lungo la strada.
Le vittime vivevano a Rodì Milici e il comune ha proclamato il lutto cittadino per onorare la loro memoria.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 dicembre 2008

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia