Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Premio di solidarietà al popolo di Lampedusa e all'Adnkronos

Il Lions Club di Termini Imerese assegna il "Santu Baddaru" ai lampedusani per la loro umanità

01 settembre 2011

Sarà consegnato sabato 3 settembre ai cittadini di Lampedusa il Premio di solidarietà denominato 'Santu Baddaru 2011-2012', che i Lions di Termini Imerese ogni anno aggiudicano a chi si è distinto in opere di solidarietà.
Il premio verrà ritirato dal sindaco, Bernardino De Rubeis, in rappresentanza di tutti i cittadini di Lampedusa e Linosa che con la loro umanità "si sono distinti per la generosa solidarietà dimostrata con l'accoglienza e l'aiuto alle genti d'Africa nel loro doloroso esodo". Riconoscimento anche alla giornalista dell'ADNKRONOS, Elvira Terranova, per aver partecipato nella notte tra il 7 e l'8 maggio, alla catena umana che ha contribuito a salvare oltre cinquecento profughi, tra cui molti bambini, il cui barcone si era incagliato sugli scogli in piena notte (LEGGI).


Elvira Terranova

Una delegazione dei Lions Termini Imerese Host e di Termini Himere Cerere partirà per Lampedusa dove presso la sala Consiliare del Municipio, alla presenza delle autorità locali civili e militari, consegnerà il premio consistente, in una preziosa opera di terracotta, rappresentante uno scarpone (dalla leggenda delle scarpe del Santo).
"Quest'anno - commenta Roberto Tedesco, presidente dei Lions Club Termini Imerese Host - abbiamo voluto assegnarlo ai cittadini di Lampedusa e Linosa che vivono ogni giorno la tragedia dell'esodo delle genti d'oltre mare rappresentando la nostra prima frontiere in terra di Sicilia".
"Lampedusa e i lampedusani - aggiunge Franco Amodeo, Past Governatore - hanno saputo superare momenti difficilissimi e l'Italia ha risposto in modo forte e deciso dopo aver superato le incertezze e la sordità dell'Europa. Ma sono stati soprattutto i lampedusani a pagare un duro prezzo per sostenere la solidarietà concreta e non fare spegnere in questi poveri migranti la fiamma della speranza. Teniamo sempre presente che Lionismo è solidarietà, è un atto d'amore e quando non riusciamo, per motivi di eccezionale contingenza, dobbiamo, dobbiamo interrogare il cuore e trovare le risposte che possono giustificare con determinati gesti la nostra presenza".
"Lampedusa e la sua cittadinanza - conclude il Sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato - nonostante la sua essenza prevalentemente turistica, ha sopportato con dignità e decoro gli arrivi dei tanti che, dopo tormentati viaggi nelle stive di navi, sono arrivati in Italia fuggendo dai loro Paesi d'origine. Lampedusa e la Sua gente hanno dato prova di quanto sia difficile, concretamente, affrontare la questione dell'immigrazione. Questione complessa al centro di posizioni opposte, entrambe ragionevoli e ben radicate: c'è chi difende il diritto all'emigrazione sempre e comunque soprattutto in ragione del risvegliarsi di tensioni etiche e religiose; c'è chi dice 'aiutiamoli a casa loro'".

La manifestazione ha ottenuto il patrocinio della Città di Termini Imerese e dell'Assessorato alla Cultura e ai Beni Culturali della Provincia Regionale di Palermo. [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 settembre 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia