Presentata a Catania la "Guida pratica sulla sicurezza": In Sicilia "morti bianche" in calo: segno di attenzione crescente

08 novembre 2011

Il "Piano regionale di prevenzione in edilizia 2010/2012" contenuto nel piano regionale straordinario, prevede la messa in atto di azioni comuni tra assessorato regionale alla Salute, Aziende Sanitarie provinciali e ordini professionali, con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura della sicurezza nei cantieri.
In questo contesto s'inserisce la realizzazione della "Guida pratica" - realizzata a seguito di un protocollo d'intesa tra Asp e Ingegneri catanesi - presentata ieri pomeriggio al President Park Hotel: uno strumento (che verrà distribuito gratuitamente) rivolto a tutti i professionisti «per fornire un supporto pratico di consultazione - ha sottolineato il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania Carmelo Maria Grasso - ai soggetti coinvolti a vario livello nel processo costruttivo. La guida, che riporta le sostanziali novità introdotte dal legislatore con il decreto legislativo 81/08 (modificato dal decreto legislativo del 3 agosto 2009 n. 106), indica in forma schematica gli adempimenti in materia di sicurezza e igiene del lavoro, previsti per i cantieri temporanei o mobili relativi ad appalti pubblici e privati. Inoltre, si propone quale contributo ai coordinatori della sicurezza, nell’ottica dello snellimento e della semplificazione degli aspetti applicativi della norma, sempre complessi e di difficile interpretazione».

«Il comparto delle costruzioni in Sicilia, così come nel capoluogo etneo - ha specificato il Commissario Straordinario Asp Catania Gaetano Sirnaevidenzia diverse criticità, soprattutto nell’ambito dell’infortunistica. L’obiettivo è quello di sensibilizzare e formare tutti i protagonisti del settore edile: questo lavoro sinergico evidenzia la volontà da parte di tutti di arginare un fenomeno, che dev’essere combattuto. Grazie a un linguaggio semplice, al glossario contenuto nella guida e alle note e agli approfondimenti, questo documento rappresenta un valido manuale, consultabile da tutti: addetti ai lavoro e non».
«Nel 2010 gli incidenti mortali nei cantieri della regione siciliana – ha detto Antonio Leonardi, dirigente dell’assessorato regionale alla Salute e consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Catania - è sceso da 87 dell’anno precedente a 69: un dato confortante e sintomatico degli sforzi effettuati in questi anni, sia a livello legislativo che dal punto di vista della promozione della cultura della prevenzione».

La prima sezione del manuale contiene tutte le figure coinvolte nell’ambito della sicurezza: dal committente al Rup, dal direttore dei lavori all’ispettore di cantiere, passando per il coordinatore di progettazione/esecuzione, finendo con i lavoratori e i medici competenti. Si prosegue con gli adempimenti tecnico-burocratico, con i costi della sicurezza e il piano operativo, per concludere con le schede di consultazione pratica per ogni singolo caso possibile che si può verificare in cantiere.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 novembre 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia