Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Quei figli negati all'affetto dei genitori. Sulla proposta di Legge sull'affido condiviso dei figli nei casi di separazione dei coniugi

14 luglio 2005

Succede frequentemente (per non dire brutalmente che succede sempre) che nei casi di separazione tra coniugi l'affido dei figli venga concesso prevalentemente alle madri. Altrettanto frequentemente succede che le madri ''sequestrino'' i figli all'affetto del padre, che a loro volta non hanno possibilità alcuna di denunciare tali soprusi alle istituzioni.
E' giusto dire che anche alcune mamme vivono il dramma di vedersi sottrarre il proprio figlio dal coniuge.
Da anni esiste il Comitato Ge.Fi.S. (Genitori di Figli Sequestrati), nato proprio per combattere le ingiustizie e le disparità di trattamento nei casi di Separazione ed Affido dei Minori in Italia.
Di seguito vogliamo pubblicare una lettere che ci ha mandato Bruno Aprile, presidente del Comitato
Ge.Fi.S., che in maniera molto viscerale ci spiega l'amarezza inflitta dall'ultima proposta di legge  sull'affido condiviso dei figli nei casi di separazione dei coniugi.
Ringraziando Bruno Aprile, invitiamo chiunque volesse esprimere il proprio parere sulla delicata questione, di aprire un dibattito sul nostro forum, così d'avere la possibilità di capire con più chiarezza quello che il dedalo della politica e della giustizia fa alle spalle dei cittadini.

Perché soltanto attraverso l'Informazione si combatte l'Ingiustizia!!

In  Italia la  Sovranità appartiene al Parlamento... che la esercita  senza  alcun  limite. Questa la futura modifica dell'art.1 della Costituzione...
Leggo la decisione del Parlamento sulla Proposta di Legge sull'affido condiviso dei figli nei casi di separazione dei coniugi (LEGGI), pubblicata sul CdS l'8 luglio 2005, e mi domando a cosa siano servite le manifestazioni, le marce e i convegni a cui molti genitori non affidatari hanno preso parte, esprimendo i loro commenti e i loro dissensi sulle decisioni dei giudici.
Ancora una volta il Parlamento italiano ha dimostrato di voler regnare sulla popolazione (anziché rappresentarla), prendendo chiaramente in giro i cittadini, pur riuniti in Associazioni e Comitati, che espongono e denunciano certe problematiche che nessuno conosce meglio di loro.
Lasciano trascorrere anni promettendo ed illudendo la gente ed alla fine decidono ciò che vogliono in base agli interessi di chi non è nemmeno coinvolto dal problema ma che, invece, ci specula sopra. Mi auguro che i genitori insoddisfatti di questo dato di fatto si decidano a far comprendere ai nostri rappresentanti eletti che non è così che si esercita la sovranità dei cittadini (che  devono rappresentare per quelle che sono le loro necessità e richieste).
L'elemento più importante della questione non è cambiato, ovvero la solita discrezionalità lasciata al Giudice, di cui spesso abusa, ed è su questo che bisogna lavorare.
Non vogliono cambiare la Legge?
Chiediamo con fermezza la punizione di quei magistrati che violano la Legge... poiché la violano spesso! Collaboriamo tutti a raccogliere le firme  a  sostegno di una petizione, diffonderemo in tutte le piazze i problemi  occultati  dai  nostri  rappresentanti  e dai media e poi si vedrà...

Bruno Aprile

INFO
Ge.Fi.S. - Comitato Genitori di Figli Sequestrati - Senza Scopo di Lucro
http://xoomer.virgilio.it/geni_e_figli
e-mail: genitori_e_figli@hotmail.com
Tel. 3472954867

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia