Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Quell'impiastro d'inchiostro

Altroconsumo denuncia la presenza della sostanza chimica che ha contaminato il latte per neonati in altri prodotti

30 novembre 2005

Non solo il latte artificiale per neonati Nestlé e Milupa, ma anche altri prodotti confezionati nel Tetra Pak possono essere stati contaminati dall'Itx, la sostanza chimica utilizzata per fare essiccare l'inchiostro di stampa delle confezioni. La denuncia è arrivata dall'associazione indipendente di consumatori Altroconsumo, dopo aver condotto alcune analisi di laboratorio che hanno confermato che tutti i prodotti alimentari confezionati in Tetra Pak - quindi non solo il latte artificiale per neonati - possono essere contaminati dalla sostanza.
Altroconsumo ha preso in considerazione venticinque prodotti fra succhi di frutta, latte uht, panna da cucina, tutti confezionati in Tetra Pak, e su nove campioni le analisi hanno riscontrato la presenza di isopropil tioxantone (Itx).
I risultati di queste analisi, purtroppo, contraddicono le informazioni rassicuranti diffuse nei giorni scorsi dal ministero della Salute, secondo il quale da primi riscontri dell'Istituto superiore di sanità la sostanza non sarebbe stata trovata in altri prodotti alimentari.

L'associazione ha subito presentato un esposto alle procure di Bologna, Milano, Parma, Verona, ai NAS, al procuratore aggiunto Raffaele Guariniello e alla procura di Ascoli Piceno che sta conducendo l'inchiesta avviata con il riscontro dell'Itx nel latte liquido artificiale Nestlè e Milupa.
''Non solo è necessario l'immediato ritiro dal mercato dei lotti di riferimento dei prodotti confezionati in Tetra Pak positivi alle analisi - ha dichiarato Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo -, i consumatori di tutta Europa devono sapere cosa hanno ingerito sinora: dunque è necessario conoscere quali siano gli effetti tossicologici definitivi della sostanza chimica Itx. Chiediamo risposte alle istituzioni europee e italiane.''

Con lo stesso comunicato, Altrocunsumo ha diffuso anche la lista (con lotti di riferimento e data di scadenza) dei prodotti risultati positivi ai test di laboratorio, che di seguito andiamo a pubblicare.

- Panna da cucina UTH a lunga conservazione
Parmalat - CHEF  Panna per cucinare [confezione 3 x 125] - scadenza: 12/03/2006 - n. lotto: E 20:34.267
- Latte UHT a lunga conservazione 
C.L.Milano Latte intero UHT [conf. 500] - scad. 14/01/2006 - L S52904
- Alimento per bambini a base di latte
Milupa Babymil - latte di crescita [conf. 500] - scad. 02/05/2006 - C
- Succo di / bevanda alla frutta
Del Monte Quality Albicocca [conf. 3X200] - scad. 23/08/2006 - D054.2D
Derby blue Albicocca [conf. 6X200] - scad. 17/10/2006 - LD199C-A
Santal Up - Albicocca [conf. 3X200] - scad. 25/05/2006 - B LD270
Skipper - Zuegg Junior - albicocca [conf. 4X200] - scad. 20/10/2006 - L529313:43
Valfrutta Albicocca Mediterranea [conf. 6X200] - scad. 20/09/2006 - LD172A-A
- Bevande a base di latte
Carrefour Frutta e Latte - Pesca . Albicocca [conf. 3X200] - scad. Mar-06 - D258a (C)

Dopo la denuncia, tempestivamente l'azienda svedese Tetra Pak è subito corsa ai ripari. Dopo aver dato mandato ai suoi legali di procedere contro Altroconsumo, l'azienda ha acquistato pagine pubblicitarie su molti quotidiani italiani per comunicare che ''non sono più prodotte in Italia confezioni con il sistema di stampa offset UV (con Itx)''. La difesa dell'azienda svedese continua: ''Fatta eccezione per il prodotto Babymill (relativo all'inchiesta di Ascoli sul latte artificiale Milupa, ndr) tutti gli altri prodotti menzionati nel comunicato di Altroconsumo sono venduti in contenitori che utilizzano un sistema di stampa privo di Itx: è quindi impossibile che l'Itx possa essere stato trovato in tali altri prodotti''.
Oggi però, sempre tramite la stampa, Tetra Pak ha cambiato linea e non nega la presenza di Itx, pur sottolineando che la sostanza non è nociva (ieri l'azienda parlava di rischio ''assente o trascurabile'') e che lo stop alla produzione dei contenitori sotto accusa è stata decisa ''in ossequio al principio di precauzione''.

F.M.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 novembre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia